Inter prestito Thohir – Un nuovo gettito di denaro fresco nelle casse dell’Inter. E no, non arriva da una cessione importante (non è ancora tempo di mercato). Ma arriva direttamente dalle tasche di Erick Thohir. E non è la prima volta che accade. Il proprietario del pacchetto di maggioranza del club nerazzurro è intervenuto nuovamente sui conti. Ed ora, i nuovi soldi potrebbero dare una nuova scossa al mercato. O semplicemente, tappare nuove perdite.

Le mosse di Thohir, tra prestiti fruttiferi e rifinanziamento debito

Come detto, il prestito da parte del presidente non è una novità: già lo scorso anno, Erick Thohir aveva messo di tasca propria 22,3 milioni di euro, un prestito fruttifero con un tasso di interesse dell’8%, per agevolare la gestione ordinaria del club e che si sarebbero affiancati ai 230 milioni arrivati dall’operazione Inter Media Communication/Goldman Sachs (200 per rifinanziamento debito e 30 per gestione ordinaria).

Nuovi soldi per il mercato

In attesa di capire quanto l’Inter riuscirà a ricavare dalla nuova gestione del club (leggi le stime di Calcio&Finanza), Thohir ha nel frattempo immesso nuovi soldi nelle cassa nerazzurre. Visto soprattutto che Massimo Moratti non ha contribuito all’aumento di capitale, il magnate indonesiano ha messo altri 60 milioni nelle casse, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dell Sport. Soldi liquidi che però non servono solo alla gestione ordinaria del club. La “rosea” parla dell’interessamento a nuovi giocatori come Ayew del Marsiglia, Fekir del Lione e Hernandez del Real Madrid.

Obiettivi possibili, certo. Ma non va dimenticato che ci sono da ammortizzare le spese future legate al mercato (in parte assorbibili dal riscatto di Alvarez dal Sunderland a 11 milioni), ma soprattutto i proventi che mancherebbero dall’Europa. Sfumata la Champions, l’obiettivo dell’Inter resta il 6° posto, ultimo disponibile all’ingresso nell’Europa League. Occhio su questo punto: secondo le stime di Calcio&Finanza, nella peggiore delle ipotesi (cioè senza Champions e senza plusvalenze dal mercato) l’Inter nel 2015/16 chiuderebbe i conti con un risultato ante imposte di 60 milioni: la stessa cifra prestata da Thohir al club.