Calciopoli, Abete –  “La sentenza della Cassazione conferma la validita’ della posizione assunta dalla Figc, perche’ ferma restando l’attesa delle motivazioni, secondo la decisione erano ormai trascorsi i termini e quindi per determinate situazioni c’era la prescrizione, mentre sul merito non c’e’ stata nessuna valutazione differente rispetto a quella sostanziale“. Lo ha detto l’ex presidente della Figc, Giancarlo Abete, intercettato all’ingresso della sede della Federcalcio dove stava per iniziare il consiglio federale.

Posizione della FIGC consolidata

Rispondendo alle domande dei cronisti ha proseguito che : ” La Federcalcio ha piena legittimita’ e titolo ad ulteriori azioni risarcitorie in esito al fatto che determinate richieste di assoluzione in appello sono venute meno. Per questo, la posizione della Figc si rafforza e si consolida“.

La Federcalcio e la Juventus

L’ ex presidente della FIGC ha avuto modo anche di parlare del presunto contenzioso tra la Juventus e la Federcalcio. Proprio su tale argomento, Abete ha detto: “Lo spirito e’ sempre quello di fare le cose all’interno dei ruoli istituzionali e non aprire contenziosi ulteriori con determinati soggetti. Sono contento che il 31 si torni nello stadio della Juve, bisogna lavorare nella logica del ruolo delle istituzioni e non esacerbare gli animi, di capire che comunque la vicenda di Calciopoli lascera’ degli strascichi, anche se il ruolo della Figc e’ sempre quello di essere chiaro e lineare nella logica del buon padre di famiglia. Ovvio che l’auspicio di tutti, in primis del presidente federale Tavecchio, sia quello di avere dei rapporti sempre migliori con i bianconeri.
E poi rimane il forte augurio di risultati positivi che mi sembra che anche quest’anno non manchino. E’ importante la qualificazione della Juventus ottenuta in maniera cosi’ netta in Champions League, perche’ sta a testimoniare un’ulteriore crescita di competitivita’ a livello internazionale e questo e’ un ulteriore motivo di soddisfazione per Agnelli, Marotta e Allegri. E anche per me personalmente, per tanti motivi“.

Il ritorno di Moggi

Ad Abete è stato chiesto anche un parere su un possibile ritorno nel mondo del calcio dell’ex dg della Juventus, Luciano Moggi. Su tale questione, l’ex numero uno di via Allegri, ha detto: “Oggi come oggi non e’ possibile in quanto c’e’ una radiazione, l’aspettativa di tornare nei ranghi del mondo del calcio e’ comprensibile dal suo punto di vista, occorre vedere se ci sono delle condizioni giuridico normative perche’ questo avvenga“.