World Cup 2026 – Il presidente della Football Association Greg Dyke ha rivelato che l’Inghilterra starebbe pensando di ospitare la fase finale della World Cup 2026. Gli inglesi hanno già perso, contro la Russia, il diritto ad ospitare la World Cup 2018.

Dyke ha sottolineato che la rielezione del presidente della Fifa Sepp Blatter, che si voterà il prossimo il 29 maggio, sarà un fattore chiave. In caso di successo d’attuale presidente della Fifa supervisionerà, infatti, anche il processo di offerta, che si svolgerà nel 2017, per la World Cup 2026 e a questo punto l’Inghilterra potrebbe pensarci una volta di più prima di candidarsi come host della World Cup 2026.

L’Inghilterra ha ospitato una sola World Cup nel 1966 e un solo campionato europeo per nazioni nel 1996. La FA non è riuscita ad ospitare la World Cup nel 2006, perdendo contro la Germania, e la World Cup 2018, che sarà ospitata invece dalla Russia. Più chance ci sarebbero invece qualora la Federazione britannica decidesse di candidarsi per l’Europeo. Wembley ospiterà le semifinali e la finale di Euro 2020, che si terrà in tutta Europa, e questo potrebbe aprire la strada per l’hosting dell’intero torneo nel 2028. Intanto la Germania, dopo aver tentato fino all’ultimo di soffiare ai britannici la finale 2020, resta in pole position per ospitare l’edizione 2024 del torneo continentale.

World Cup 2026, bisognerà battere gli Usa

Le cicatrici sulla pelle dei Leoni d’Inghilterra sono ancora profonde dopo le due sconfitte mondiali. Il dito di Dyke è puntato contro la gestione Blatter e se lo svizzero dovesse riuscire a spuntarla per la quinta volta numero uno della Fifa l’Inghilterra potrebbe perdere un’altra occasione per ospitare la fase finale di un Mondiale. Il doppio attacco, World Cup 2026 e Campionato Europeo 2028, è di fatto già partita, ma la FA avrà bisogno di un notevole appoggio da tutti, soprattutto dal governo britannico se vorrà portarsi a casa la tanto desiderata World Cup 2026. I nemici più agguerriti e da battere saranno gli Usa.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here