“Penso che la Figc e la Lega di A abbiano fatto benissimo a trovare una soluzione affinché il campionato continui”. Lo ha detto l’ex presidente di Coni e Figc e attuale membro Cio, Franco Carraro, in merito alla soluzione “tampone” adottata venerdì scorso da Federcalcio e Lega di A per salvare il Parma dalla fine anticipata del torneo.

“Ci può stare che una società inizi il campionato e abbia poi delle difficoltà – sintetizza Carraro a margine della Giunta Coni, oggi eccezionalmente svoltasi al Comitato Paralimpico – ma quello che è fondamentale è che la Figc, dopo aver trovato questa soluzione, assieme alle leghe trovi adesso delle norme per l’iscrizione ai campionati 2015/16″. In sostanza, ricorda Carraro, “le norme federali prevedono che entro il 30 marzo ogni anno la Figc debba fissare i paletti per l’inizio del campionato successivo. E’ imprescindibile che entro il 18 marzo, al prossimo Consiglio federale, la Figc faccia delle norme in vista della nuova stagione e che possano garantire che chi parte ad agosto arrivi fino al prossimo maggio”.

Quanto alle polemiche sul fatto che il campionato possa essere falsato, Carraro aggiunge: “Due volte non si e’ giocata una partita (Parma-Udinese e Genoa-Parma, ndr), se ci fosse stata una nevicata o una pioggia forte, non si sarebbe giocata lo stesso. Il Parma ha continuato ad allenarsi e si impegna, quindi sostanzialmente non mi sembra che il campionato sia falsato”.