Mentre il Milan naviga in cattive acque in campionato e sui giornali impazzano i rumors su una possibile cessione del club a investitori asiatici, Fininvest, la holding che controlla il 99,9% della società rossonera, ha deciso di staccare un dividendo di 81,5 milioni ai suoi azionisti. Un cedola straordinaria, frutto della decisione di distribuire parte delle riserve disponibili, che è così finita nelle casse delle 7 holding a monte della stessa Fininvest e che appartengono a Silvio Berlusconi e ai suoi 5 figli.

Di queste 7 holding, 4 fanno capo direttamente al presidente del Milan, che controlla così il 60% di Fininvest e incasserà pertanto 48,9 milioni. Il resto del capitale è invece suddiviso tra i cinque figli dell’ex premier in parti uguali. I figli della prima moglie, Carla Dall’Oglio, Marina e Piersilvio, hanno una quota del 7,65% a testa attraverso la Holding Italiana Quarta e la Holding Italiana Quinta, mentre i tre figli di Miriam Bartolini (Veronica Lario), Barbara, Eleonora e Luigi, hanno il 21,4% di Fininvest attraverso la Holding Italiana Quattordicesima. Ciascuno dei 5 figli di Berlusconi riceverà pertanto circa 6,23 milioni a testa.

La decisione della Fininvest di girare ai propri soci il dividendo straordinario è stata presa nel mese di dicembre, poche settimane prima il blitz con cui la holding ha collocato sul mercato il 7,79% di Mediaset, incassando 377 milioni di euro.

1 COMMENTO

  1. Personalmente odio Berlusconi ma da imprenditore capisco che non ci sia nulla di male nel volere per se stessi e per i propri figli i frutti della propria attività imprenditoriale… Berlusconi è stato a dir poco un pessimo politico ma un ottimo imprenditore quindi nulla di male che si spartisca con la famiglia i frutti dei successi imprenditoriali.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here