Poco più di un anno fa, il 30 novembre 2013, Peter Lim assistette a Real Madrid-Valladolid dal box privato con Cristiano Ronaldo al Santiago Bernabeu. È interessante notare che pochi giorni dopo il magnate asiatico a Valencia, l’8 dicembre, presentò la sua prima offerta per il club del Mestalla. Cosa c’entra CR7 con Peter Lim? Jorge Mendes, ovviamente, il procuratore del portoghese, colui che ha presentato Lim a Amadeo Salvo.

Questo pomeriggio saranno tutti al Mestalla, anche Jorge Mendes, che rappresenta otto giocatori tra le due squadre. L’agente arriverà con il jet privato di Peter Lim, che dovrebbe atterrare in mattinata all’aeroporto di Manises. Al Mestalla il nuovo proprietario del Valencia vedrà il debutto del suo ultimo acquisto, Enzo Pérez, un’operazione conclusa con il Benfica che ha anche avuto l’intermediazione di Mendes.

Il futuro con Mendes 

Con la firma dell’argentino, costato 25 milioni, Lim è arrivato a 100 milioni di euro d’investimenti in rinforzi. A Valencia sotto Peter Lim sono arrivati Rodrigo (30 milioni), André Gomes (15) e Negredo (30). Saranno le casse della Society di Lim, che detiene il 70,06% del capitale sociale, a i soldi dei trasferimenti. L’investimento è stato di 126 milioni perché Mustafi (8), Otamendi (12), Orban (5) e Yoel (1) sono arrivati prima di Lim, ma verranno pagati dal nuovo Valencia.

La presenza al Mestalla di Jorge Mendes non fa altro che alimentare i sogni di gloria di Lim e di tutto il popolo valenciano. Per ora, però, le regole del Fair Play Finanziaro non sono dalla parte della costruzione dell’impero Lim – Mendes. Anche Gaitan, l’altro colpo di mercato del Valencia, dovrà attendere giugno nel rispetto del regolamento UEFA.

Alberto Lattuada 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here