Il Globe Soccer e Dubai International Sports Conference si apriranno il 28 e il 29 dicembre a Dubai: sarà il presidente dell’UEFA Michel Platini ad inaugurare l’evento, in cui saranno presenti anche le società italiane, con Milan e Juventus impegnate nel panel “Smart Investment“.

Le italiane

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, sarà impegnato a mettere in luce le strategie vincenti di un club che, da tre anni a questa parte, domina il calcio italiano, con lo stadio di proprietà al centro del rilancio sportivo e fiore all’occhiello del club di Torino.

Il tema che coinvolgerà il Milan invece, sarà legato alla celebrazione dei successi dei rossoneri, quale societa’ piu’ titolata, con il Real Madrid e il Boca Juniors, in campo internazionale. Vi parteciperanno i “grandi” del passato del club milanista, come Fabio Capello e l’attuale allenatore Filippo Inzaghi nonchè il campione del presente, Stephan El Shaarawy.

Il Financial Fair Play e le celebrazione del Real Madrid

Prima però, i temi toccati riguarderanno la nuova affermazione dei club spagnoli in Europa, con la vittoria della ‘Decima’ da parte del Real Madrid, e il Mondiale per club a dicembre, che ha riportato i blancos in cima al calcio europeo e mondiale. Poi, la ristrutturazione organizzativa del Bayern Monaco, e, non ultimo, il Financial Fair Play e le misure adottate per riformare il mercato dei trasferimenti: la cancellazione da parte della Fifa dell’albo degli agenti e lo stop alle proprietà di terze parti (intermediazioni e fondi di investimento), saranno al centro dei lavori unitamente ai nuovi modelli di stadi, tecnologie e metodologie di preparazione sportiva.

Anche Giovanni Malagò all’evento

Lunedi’ 29 sarà la volta del panel “Smart administration”, con il segretario generale dell’Uefa, Gianni Infantino, il presidente del Coni, Giovanni Malago’, il vice presidente dell’Eca, Umberto Gandini, il vice presidente della federazione giapponese, Thasima Kohzo e il presidente di Infront Italia, Marco Bogarelli.

Successivamente, la scena sara’ poi dedicata alla protagonista assoluta del 2014, la Germania campione del mondo: saranno presenti il vice presidente della federazione tedesca, Rainer Koch, il designatore della Fifa, Massimo Busacca, oltre a Mehdi Benatia, candidato all’award quale miglior calciatore di origine araba del 2014.

La chiusura

Patrick Kluivert, il dirigente storico dell’Atletico di Madrid, Miguel Angel Gil e Fernando Torres faranno da apripista alla chiusura dell’evento con la quinta edizione del gala degli Awards in cui saranno premiati il miglior agente, la migliore squadra, il calciatore dell’anno, il miglior dirigente (Florentino Perez), il miglior allenatore (Carlo Ancelotti) e il miglior arbitro, con premi speciali alla carriera.

Fabio Colosimo

 

1 COMMENTO

  1. andrea agnelli aprnerà dei ricavi èiù bassi d’Europa per quanto cocnerne lo jstadium e gli stadi dei top club europei di più recente costruzione?

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here