Le dichiarazioni di uno dei migliori giocatori del presente e nella storia del calcio, Lionel Messi, che non ha smentito le voci di un possibile addio al Barcellona, ha aperto la strada a diversi tentativi di speculazione su quello che potrebbe essere il futuro dell’asso argentino, alle prese con una stagione che pare essere condizionata dalla sconfitta in finale al mondiale brasiliano.

Messi ha trascorso praticamente tutta la sua vita calcistica nel Barcellona, fatto che lo rende estremamente attraente, per così dire, perché in grado di rappresentare un “articolo” nuovo e di assoluto valore nel mercato dei trasferimenti. Ma, se davvero la stella del Barca finisse sul mercato, la prima domanda posta sarebbe quella legata al valore economico del calciatore, prendendo in analisi, in prima battuta, il costo del cartellino. Caso peculiare e davvero senza precedenti quello legato alla valutazione della “Pulga”, che, a suon di prestazioni, in 14 anni ha ottenuto un incremento davvero fuori dal comune, e cioè del 4.000% (nella trafila dalle giovanili in prima squadra).

Secondo FutbolFinanzas, Messi avrebbe un valore di mercato di 120 milioni di euro, fino a toccare i 250 milioni, cifra definita di “compra” e legata alla clausola di rescissione stabilita al momento dell’ultimo rinnovo del contratto, giunto solo qualche mese fa. Marketing Deportivo ha tuttavia sottolineato che, per stabilire il reale valore di Messi, subentrano diverse importanti variabili: non solo la clausola come parametro di riferimento dunque ma anche (e soprattutto) i contratti commerciali e tutto il ricco merchandising che ruoterebbe attorno alla sua figura.

Non poco tempo fa, infatti, C&F confermava le voci di un interessamento del Psg al giocatore, mettendo in rilievo la cifra che Al Khelafi sarebbe stato disposto a spendere per assicurarsi il giocatore: ben 400 milioni di euro. Gerardo Molina, professore Emerito ed esperto di marketing, confermava, in tempi non sospetti, l’astronomica cifra che, tuttavia, non si discostava dal valore reale dell’attaccante, e dovuta essenzialmente a due fattori: al ritorno economico garantito dalla Pulce al club acquirente e perché, secondo lo stesso Molina, il 10 catalano avrebbe un impatto mediatico e reputazionale nettamente superiore a quello di C.Ronaldo tale da garantire l’investimento. Una commistione di fattori in cui un ruolo significativo lo giocano anche il curriculum del calciatore stesso e il valore del “marchio” Messi, anch’esso determinato da una serie di indici, visibili di seguito http://www.calcioefinanza.it/2014/01/03/messi-vale-400-milioni/.

Con il contratto rinnovato solo pochi mesi fa, Messi, attualmente, riceve dal Barcellona 20 milioni di euro netti a stagione, cifra che ben presto si traduce in un costo di circa 52 milioni euro lordi annui. FF riporta la notizia secondo la quale Solo pochi giorni fa, un dirigente blaugrana ha sottolineato che Nike garantisce alla società catalana quasi 60 milioni: 30 a titolo di un accordo di sponsorizzazione tecnica e l’altro 30 dalle vendite delle maglie ufficiali, dove Messi gioca un ruolo fondamentale, seppur trasversale. Perché, considerando la cifra lorda appena citata, quasi il 100% di quello che percepisce da Nike, il Club lo garantisce a Messi per la sua permanenza in Spagna.

L’acquisto dell’argentino sarebbe dunque un colpo senza precedenti per cifre in ballo, portata commerciale, effetti sul campo. Senza tuttavia escludere le contrindicazioni che un’operazione simile porta intrinsecamente in dote: l’età ad esempio e un contratto di almeno 4-5 anni, oltre che lo stratosferico esborso economico, per un giocatore che si presume abbia già dato il meglio di sè in 10 intensissimi anni in cui ha vinto praticamente ogni trofeo da protagonista.

Senza dubbio, allo stato attuale, non c’è nessuna squadra che potrebbe esser disposta a pagare gli importi menzionati: Messi è dunque una “via” impraticabile fuori dalla Spagna, per qualsiasi top club europeo, considerando la stretta determinata dal Financial Fair Play sui conti e sulle possibilità di manovra per trasferimenti in cui in ballo ci sarebbero decine di milioni di euro. Come detto, la stima meno approssimativa di una possibile “operazione” Messi, farebbe sì che per il giocatore sarebbero necessari ben 400 milioni di euro per portarlo a svestire i panni di star a Barcellona, cifra davvero fuori da ogni possibile logica di mercato attuale.

Fabio Colosimo