Real Madrid

Anche il ricchissimo Real Madrid cede al fascino degli sceicchi, ormai sempre più presenti nel calcio europeo che conta. Ma a differenza di quanto accaduto per il Manchester City e per il Paris Saint-Germain, dove gli sceicchi hanno rilevato la proprietà dei due club, il club presieduto da Florentino Perez continuerà a non avere un padrone mecenate (anche perché non ne ha bisogno) ma utilizzerà i capitali provenienti dal Golfo Persico per riammodernare completamente il mitico stadio Santiago Bernabeu.

Il Real Madrid, vincitore di dieci Coppe dei Campioni, ha infatti firmato oggi una partnership di lungo periodo con l’International Petroleum Investment Company (Ipic), fondo d’investimento di Abu Dhabi, cui fa capo tra l’altro il veicolo di investimento Aabar (primo azionista della banca italiana Unicredit). L’accordo contribuirà a finanziare la ristrutturazione dello stadio del Bernabeu, un progetto da 400 milioni di euro che prevede la costruzione di un tetto artificiale e di un nuovo anello entro il 2017.

“E’ l’inizio di una relazione di lungo periodo e di una forte alleanza che ci permetterà di affrontare una delle più grandi sfide: fare del Santiago Bernabeu l’impianto migliore del mondo”, ha dichiarato il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, in una conferenza stampa tenutasi oggi alla presenza delle grandi star del Real, tra cui Iker Casillas, Cristiano Ronaldo, Marcelo, Pepe e Gareth Bale.

Khadem Al Qubaisi, direttore generale dell’Ipic, che per un breve periodo è stato anche vicepresidente di Unicredit, ha confermato la validità dell’intesa, non solo per l’obiettivo di ristrutturare lo stadio, ma anche per esportare il marchio e il patrimonio calcistico del Real in tutto il pianeta.

Il Real Madrid originariamente intendeva finanziare la ristrutturazione dello stadio vendendo i diritti sul nome e attraverso un’emissione obbligazionaria tra i soci del club. Ma con l’accordo con l’Ipic sarà possibile realizzare musei, promuovere scuole calcio e fornire anche “i mezzi commerciali” per contribuire a ristrutturare il Bernabeu. La ricostruzione prevede una nuova facciata esterna con l’aggiunta di un hotel e un centro commerciale. Lo studio GMT incaricato dei lavori è lo stesso che ha progettato lo stadio Arena Amazonia a Manaus, in Brasile per i Mondiali. Tuttavia, le autorità cittadine non hanno ancora dato i permessi necessari perché nell’ambito dei lavori dovrebbe esserci anche la ristrutturazione di parte del viale centrale di Paseo de la Castellana. Il Bernabeu, inaugurato nel 1947, venne ristrutturato per l’ultima volta in occasione della Coppa del Mondo 1982.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here