«I ricavi devono venire anche dallo stadio, c’è un progetto di prospettiva di 3-5 anni su cui agire in fretta, altri club hanno già annunciato lo stadio e non possiamo diventare il decimo club a farlo. Sullo stadio non posso dirvi molto, ci sono stati degli incontri, abbiamo delle discussioni interne di continuo e da qui a gennaio chiariremo la nostra posizione».

Sono le parole del presidente dell’Inter, Erick Thohir, in occasione dell’assemblea dei soci in corso di svolgimento a Milano.

Sul tema è tornato anche il direttore generale Marco Fassone: «È una cosa che coinvolge noi, il Milan e la città di Milano per cui la decisione risente di una maggiore lunghezza ma è un discorso in corso da tempo. Entro due mesi prenderemo una decisione, se rimanere a San Siro, che sia soli o col Milan, o prendere la strada di costruire un nuovo stadio in una delle aree già individuate».

«Quello che è certo è che investiamo 22 milioni di euro col Milan nel Meazza in vista della finale di Champions – ha aggiunto Fassone -. Nel prossimo anno e mezzo ci sarà una serie di lavori che cambierà la faccia dello stadio».

Fabio Colosimo

PrecedenteStadi, Cairo: “i club sostengono già costi importanti”
SuccessivoInter, Bolingbroke svela:” Un piano quinquennale per rimediare a errori del passato”
Nato a Roma nel 1984, dopo la facoltà di Scienze Politiche il salto nel giornalismo sportivo con una collaborazione triennale con Canale Inter.