Il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha ammesso che preferirebbe non fare più affari con la Juventus. Nel mese di gennaio i due club si erano accordati per lo scambio tra Mirko Vucinic e Fredy Guarin ed entrambi i giocatori avevano accettato, tanto che Vucinic aveva anche già superato le visite mediche dell’Inter, finchè Erick Thohir non ha posto il proprio veto sull’affare incrinando irrimediabilmente i rapporti tra le due società.

Mentre Ausilio insiste che non vi sia alcuna animosità tra le due big, ha sottolineato che preferirebbe non fare affari con la Juve. “Voglio chiarire che il rapporto tra noi e la Juventus, in particolare con Marotta e Paratici, è di reciproca stima e rispetto,” ha detto Ausilio a Tuttosport. “Detto questo se desiderassi comprare un giocatore di un’altra squadra o vendere ad un altro team, adesso, non lo farei con la Juventus”. E ha ammesso: “Se ho offerto 5 milioni per Vidal? I giocatori della Juventus sono tutti buoni e se avessi avuto intenzione di inserirlo in rosa lo avrei fatto senza problemi. Sto parlando soprattutto di offerte di scambio. Ci sono tanti club in Europa posso trovare qualcun altro per fare ottimi affari”.

Nel 2017 Ausilio festeggerà 20 anni in nerazzurro. Durante l’intervista il ds ha ammesso che questo lungo rapporto di amore renderebbe difficile muoversi altrove, in particolare alla Juventus. “Se la Juventus mi ha offerto un posto di lavoro? Sono stato all’Inter per quasi 20 anni, ho iniziato come segretario della squadra giovanile e sognavo un giorno di essere il direttore sportivo. Quindi direi, no grazie. Mai dire mai, naturalmente, ma visto che non posso restare all’Inter per tutta la vita, una volta che la mia avventura qui sarà finita mi piacerebbe avere un’esperienza all’estero, che sarebbe anche un bene per la mia famiglia”.

Alberto Lattuada

 

PrecedenteBayern Monaco, Matthias Sammer pronto al rinnovo
SuccessivoCalcioscommesse, il processo per Bari-Lecce alle battute finali
Alberto Lattuada è nato a Milano e da sempre è appassionato di calcio e finanza. Ha scritto per diversi siti specializzati nel mondo del calcio e del forex. Dal novembre 2013 dedica anima e corpo allo sviluppo e alla crescita del portale CalcioeFinanza.it