Carlo Tavecchio, presidente della Figc, per i prossimi 6 mesi «sarà ineleggibile per qualsiasi posizione come dirigente Uefa. Non parteciperà al Congresso Uefa in programma il 24 maggio 2015. Organizzerà un evento speciale in Italia per aumentare la consapevolezza e il rispetto dei principi della risoluzione Uefa denominata “European Football united against racism”. Il provvedimento adottato dalla Commissione disciplinare della Uefa decorre a partire da oggi e arriva alla fine dell’iter cominciato con la richiesta di informazioni che la Confederazione continentale ha inviato alla Figc, lo scorso 20 agosto, sulle frasi pronunciate da Tavecchio in relazione ai calciatori extracomunitari durante l’assemblea della Lega Nazionale Dilettanti dello scorso 25 luglio.

«Le decisioni non si commentano, si eseguono e si rispettano. Ma non cambia nulla riguardo la mia posizione in Figc». Lo ha detto all’Adnkronos il presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, dopo lo stop di 6 mesi deciso nei suoi confronti dall’Uefa per la sua frase sui giocatori extracomunitari “mangia-banane”. Il n.1 di via Allegri ha anche precisato che «non ho incarichi in Uefa». La sanzione gli impedirà di presenziare al Congresso della federcalcio europea del 24 marzo, ma non di rappresentare la federazione italiana.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here