La Serie A brasiliana non adotterà la tecnologia contro i gol fantasma fino a quando tutti gli stadi non saranno dotati delle attrezzature necessarie. L’argomento, notevolmente dibattuto anche in Europa, è stato oggetto di grosse polemiche dopo il gol, non convalidato, in Goiás-Esquerdinha.

I replay televisivi hanno infatti mostrato molto chiaramente che la palla aveva attraversato la linea di porta. L’assenza della tecnologia è però legata ad alcuni aspetti: «Questo è un problema amministrativo», ha infatti spiegato il vice-presidente della Commissione Arbitrale del Brasile, Nilson de Souza a Sportv. «Abbiamo 12 stadi con questa capacità. Questa è parte del patrimonio lasciato dalla Coppa del Mondo”.

Ma non tutti gli impianti, ad oggi, possono accogliere il sistema tecnologico ed è per questo che non è stato ancora utilizzato: “Il problema è che a San Paolo ci sono quattro stadi, ma solo uno di loro ha il sistema in vigore. La nostra opinione è che ci deve essere uguaglianza. Non è giusto che uno stadio abbia la tecnologia e un altro no», ha aggiunto.

La tecnologia della linea di porta è stata utilizzata per la prima volta in una Coppa del Mondo, quest’anno, proprio in un Brasile comunque ampiamente rimodellato negli stadi. Un calcolo poi di Folha de S.Paulo ha stimato il costo del montaggio dell’impianto nel resto degli stadi top del Brasile in 280.000 dollari.

Fabio Colosimo

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here