«Roma e Juve hanno doppiato le due milanesi? Sono molto preoccupato della situazione della mia squadra e delle milanesi. Diciamo che puntiamo alla salvezza, ma non va bene. Noi puntiamo sui Inzaghi, è fortunato e capace, ma l’entusiasmo iniziale si sta spegnendo e questo mi preoccupa molto. Non si vedono segnali di ripresa nonostante la qualità dei giocatori. Una papera, come quella di Abbiati, ci può stare ma dovremmo avere 6-7 azioni di attacco ogni partita con la squadra messa in campo da Inzaghi».

Si esprime così Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia e tifoso del Milan, sul campionato che stanno facendo le due squadre milanesi. «Con Berlusconi siamo stati abituati troppo bene, ora però è dal 2007 che non si vince. Da sette anni ci manca questa soddisfazione e speriamo tutti in una ripresa. Sulle sponde dei navigli non possiamo assistere ai trionfi di Juve e Roma», ha aggiunto Maroni, a ‘La politica nel Pallonè su Gr Parlamento, facendo poi una richiesta al presidente rossonero. «Ma non infieriamo oggi che è il compleanno di Berlusconi. Io però vorrei che proprio oggi facesse un bel regalo ai tifosi milanisti, che fosse bello, un investimento sulla squadra o il nuovo stadio del Milan, che dovrebbe essere fatto a Milano. Dovrebbe fare lui un regalo ai tifosi rossoneri», ha aggiunto Maroni.

Sul tema stadio il presidente della Regione ha evidenziato però quale sono i problemi. «L’area dell’Expo è un pò cara? È stata messa a bando e non si poteva fare diversamente. Capisco che l’impegno è importante, 350 milioni di euro per l’acquisto dell’intera area sono tanti». «Il 14 novembre scade il bando e vedremo cosa succederà. Se non ci saranno acquirenti si potranno fare altre considerazioni. In quella zona io comunque vedrei bene la città dello sport, con lo stadio e la piscina olimpica che Milano non ha. Confido in questo, ma non posso costringere nessuno», ha proseguito Maroni.

In aiuto potrebbero venire proprio le due società milanesi. «L’alleanza tra Erick Thohir e Barbara Berlusconi? La vedo bene, se porta a decidere di fare uno stadio in comune potrebbe essere una novità importante per Milano e le squadre milanesi. Noi siamo tifosi faziosi ma ci sono degli interessi comuni che possono essere condivisi», ha aggiunto Maroni.

Milano poi ospiterà la finale di Champions League nel 2016. «Bisognerà fare investimenti importanti e la manutenzione dello stadio è molto costosa e complicata. Per il nuovo stadio ci sono gli spazi, potrebbe essere un investimento importante e utile per le società, perchè aumenta il senso di appartenenza e di identità oltre al merchandising. Serve un investimento iniziale che non può spaventare le società perchè non è una spesa ma appunto un investimento».

Tornando ai temi prettamente calcistici, Maroni si dice orfano di Andrea Pirlo. «Lo rivedrei volentieri, è stato un errore cederlo. Io fossi Berlusconi lo riprenderei, potrebbe aiutarci a vincere il campionato. Belotelli? Non mi manca, ha un grande talento ma c’entra poco con lo stile Milan che ha fatto bene a cederlo». Quello che manca al Milan è invece El Stephan El Shaarawy. «Lui manca assolutamente a questo Milan».

Fabio Colosimo

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here