La FIFA prevede di riformare lo status degli agenti e questo ha scatenato l’ira della Associazione britannica degli agenti di calcio che stanno presentando il loro caso alla Commissione europea.
Le proposte, volte a eliminare i partiti canaglia e a creare per un processo più trasparente, sono state approvate a marzo e sarebbero dovute entrare in vigore il 1° aprile del prossimo anno.

Tuttavia l’AFA, che rappresenta più di 300 agenti nel Regno Unito, dice che il sistema deregolamentato sarebbe totalmente controproducente e, secondo il Daily Telegraph, l’organizzazione avrebbe chiesto alla Commissione europea di esaminare le proposte prima che diventino legge.

Secondo i piani della FIFA gli agenti saranno sostituiti da «intermediari» che avranno la loro commissione pari al 3% solo sugli affari chiusi. Ilpresidente del AFA Mel Stein ha commentato così: “Pensiamo che questo concetto consentirà di ridurre il calcio ad un circo. Come un settore che si trova ad affrontare l’annientamento anche noi crediamo che sia illegale e anticoncorrenziale. Soprattutto se le nuove regole saranno applicate si verrà trasformati in api che girano intorno alla scodella del miele a causa del denaro e credetemi che ci saranno un sacco di api là fuori pronte a pungere tutti”.
Mentre gli agenti sono spesso accusati di essere egoisti, il pericolo è si crei un cap che porterà a pagamenti extra non regolamentati.

La Fifa ha proposto una review del sistema trasferimenti nel 2009, affermando che oltre il 70% di quelli internazionali venisse condotto utilizzando agenti non autorizzati, dimostrando così che il sistema attuale non ha fornito il livello desiderato di controllo. L’organo del calcio mondiale vuole invece che i club ed i giocatori vengano registrati con l’utilizzo di un intermediario all’interno dei trasferimenti internazionali e che le informazioni vengano a loro volta registrate con il proprio team di esperti. La Fifa ha anche rivelato che la commissione media pagata dai club agli agenti per i trasferimenti internazionali al momento è di circa il 28% del valore della transazione.

Alberto Lattuada

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here