lega proLega Pro anno zero. Dopo trentasei anni, a partire dalla stagione 78/79, caratterizzate dalle due serie, C1 e C2 prima, 1/a e 2/a divisione poi, si torna al campionato unico, quello che una volta era la serie C e oggi è la Lega Pro. Nell’intento di dare la massima visibilità ad una categoria che comprende società di grande blasone tutte le gare avranno la copertura video sul web.

Per questo, la Lega Pro, al via il prossimo 31 agosto, giocherà le partite nell’arco di quattro giorni, dal venerdì al lunedì. “Il cuore del campionato rimane suddiviso fra sabato e domenica”, sottolinea Bruno Stirparo amministratore delegato di Sportube, la società partner della Lega Pro in questo progetto, “si deve apprezzare lo sforzo e il coraggio della Lega nel voler innovare un campionato di questa importanza. Il venerdì ed il lunedì si giocheranno un anticipo ed un posticipo, sulla falsariga di quello che è sempre stato.

Questo nuovo assetto del campionato porterà a dare maggiore visibilità a tutte le componenti, dirette ed indirette, che ruotano intorno alla Lega stessa, le squadre, i calciatori, gli sponsor piccoli e grandi e soprattutto i tifosi che potranno seguire sempre la propria squadra, soprattutto in trasferta”.

“Lo standard produttivo delle partite”, sottolinea ancora Stirparo, “è un’altra testimonianza dello sforzo fatto dalla Lega Pro per consegnare ai propri tifosi un prodotto di altissimo livello. Tutte le partite infatti saranno trasmesse con due telecamere in HD e, grazie ad una innovativa regia centralizzata, saranno a disposizione i replay delle azioni principali nonché gli episodi salienti alla fine dei due tempi. Le partite infine saranno tutte in visione gratuitamente sul sito ufficiale della Lega Pro e sulla piattaforma di Sportube”.