Zeman dice no al Bologna per i problemi del club. Il boemo ripartirà da Cagliari

“Abbiamo bloccato un allenatore un mese fa. Ho sentito Zeman quasi tutti i giorni, cercando di impostare un’idea di squadra ed e’ stato l’allenatore…

libro mondellini

“Abbiamo bloccato un allenatore un mese fa. Ho sentito Zeman quasi tutti i giorni, cercando di impostare un’idea di squadra ed e’ stato l’allenatore virtuale del Bologna per alcune settimane, ma ieri mi ha chiesto di liberarlo dall’impegno col Bologna, forse le difficoltà societarie hanno costituito un ostacolo per trovare l’ambiente ideale in cui lavorare”. Lo ha detto il nuovo direttore dell’area tecnica del Bologna calcio, Filippo Fusco, ora impegnato nella ricerca del nuovo allenatore per il prossimo campionato di serie B, dopo l’affare sfumato con Zdenek Zeman, che allenerà il Cagliari. “E’ un allenatore per cui ho una grande stima professionale – ha aggiunto – Di sicuro sono umanamente dispiaciuto, lavorare con lui sarebbe stato ancora più bello”.

Ma ora Fusco guarda al futuro: “Ho contattato già alcuni allenatori – ha spiegato – Ci sono alternative a Zeman che possono essere altrettanto valide. L’obiettivo è costruire una squadra che sia competitiva nel prossimo campionato e che possa far riavvicinare la città al Bologna. Mi e’ stata data totale fiducia dal presidente Albano Guaraldi e la motivazione e’ alta”. Sulle questioni societarie, inoltre, Fusco e’ convinto che con la fideiussione di 800 mila euro ottenuta ieri dal Bologna Fc “la fine del tunnel per la societa’ e’ vicina. Tra le mille difficolta’ e i ritardi nei pagamenti si e’ superato questo momento”.