Dopo il tentativo fallito di diventare una società pubblica sullo Stock Exchange bulgaro, il CSKA Sofia sembra essersi allontanato dalla possibilità di un fallimento con la nomina di uno dei più grandi imprenditori della Bulgaria, Petar Mandjukov, che ha subito messo il denaro per ottenere la licenza del club dalla UEFA. L’attuale presidente del club Alexander Tomov ha annunciato che il bilancio del club per la prossima stagione sarà tra 8 e 10 milioni BGN (5-6 milioni di euro) ed i  cambiamenti nella struttura del club sembra abbiano avuto luogo in un’assemblea svoltasi qualche giorno fa. La dimensione degli investimenti e la partecipazione di Mandjukov non sono state rivelate. “Per la prossima stagione calcistica il CSKA avrà un budget compreso tra 8 e 10 milioni. Dobbiamo costruire su quello che abbiamo realizzato quest’anno, soprattutto dopo aver salvato il club dal fallimento. Inoltre è stato annunciato che ci sarà un cambiamento nella strategia di marketing del club, considerata fino ad.ora “molto debole”. Tomov ha detto che il club ha in programma di lanciare un proprio canale TV che possa aumentare la pubblicazione del club, rispecchiando l’attività commerciale di altri grandi club europei. “Stiamo cercando di lanciare una TV dedicata per il prossimo anno. Inoltre, vogliamo fare un nostro giornale. Speriamo che.ci sarà essere una domanda e se ne potessimo vendere 10.000 unità al mese sarebbe veramente fantastico”.

Il marketing

In programma c’è anche l’espansione nel mercato asiatico, un’area che conosce poco il calcio bulgaro, e ci sarà il tentativo di produrre beni e prodotti ad un prezzo molto più basso, “ma la priorità fino a questo punto è stato quello di salvare il club. Ora dobbiamo accumulare fondi”, ha aggiunto Tomov. I fondi sono già a disposizione per iniziare a lavorare, come ad esempio riparare una delle tribune dello stadio del CSKA, che dovrebbe essere completato entro l’inizio della nuova stagione calcistica.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here