La Juventus ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2013-2014 con un utile di 2,9 milioni di euro rispetto ai 13,9 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente. La variazione percentuale è del 79,2%. Ricavi in crescita del 2,5% a 229,2 milioni, mentre il risultato operativo, 13,9 milioni, è in calo del 40%. Il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2014 è stato approvato oggi dal consiglio d’amministrazione del club presieduto da Andrea Agnelli

Il peggioramento di alcune voci di bilancio – ha informato una nota del club bianconero – è legato all’aumento dei costi operativi, arrivati a 171,6 milioni (+9,5%). Tale andamento deriva sostanzialmente dall’incremento del costo del personale tesserato (+16,5 mln), da un aumento contenuto dei ricavi (5,7 mln) e da altre variazioni nette negative per 0,2 milioni. Il patrimonio netto al 31 marzo 2014 ammonta a 51,6 milioni, in aumento rispetto al saldo di 48,6 milioni al 30 giugno 2013.

L’indebitamento finanziario netto ammonta a 198,9 milioni, ed evidenzia un incremento di 38,6 milioni rispetto al saldo di 160,3 milioni del 30 giugno 2013. La perdita del terzo trimestre 2013/2014 è di 1,9 milioni, la variazione negativa di 4,5 milioni rispetto all’utile del corrispondente periodo dell’esercizio precedente (2,6 mln). La previsione della società per l’intero esercizio è di un rosso superiore all’anno scorso, anche perchè l’incremento dei costi della gestione sportiva non sarà compensato da incrementi di ricavi.

Pesa, in questo caso, soprattutto l’eliminazione nella fase a gironi della Champions League lo scorso inverno

1 COMMENTO

  1. è curioso come a torino nessuno dopo 4 anni ancora il coraggio che lo juventus stadium è stato un progetto tragicomico
    Non si può dire comunque che il problema sia l’uscita dalla Champions perhè potrò capitare spesso uscireai gironi o agli ottavi, quarti, in pratica ogni anno visto la concorrenza europea.
    Come insegna il amnchester untied che potrà permettersi esborsi anche di 150 milioni questa estate senza champions, quello che contano sono i ricavi, e il nuovo stadio è stato un fallimento sotto questo punto di vista che almeno da una testata del sole24ore dovrebbe essere evidenziata.
    Le anomalie nel bilanciod ella Juve sono tante: c’è un blog juventino che ha acceso i riflettori sui costi epr is ervizi esterni che sono abnormi rispetto agli altri club europei, per la amggioranza, Ovvero 45 milioni di euro come da esercizio ultimo. E peraltro la Juventus non offre grandi servizi in più rispetto i club ueropei, anzi in meno ai tifosi come per esempio l’esistenza di un servizio telefonico a costi urbani.
    Punto secondo. l’impegnod ella famiglia agnelli al lordo dei ricavi della quotazione è stata circa di 30 milioni di euro negli ultimi 20 anni, berlusconi e moratti 1 miliardo di euro ognuno, garrone negli ultimi 3 anni ha messo 60 milioni, i proprietarid ella Roma 100 milioni e dovranno metterne altri. Perchè non viene messo ine videnza questo dato eclatante? Punto terzo: uquanti soldi sono stati dilapidati in questi ultimi 7 anni se il Chelsea a fronte di un fatturato simile alla Juventus ha un motne stipendi di oltre 200 milioni di euro lordi mnetre la Juventus paga 150 per una squadra meno forte e più vecchia? Punto quattro: Vinovo è stato costruito nel 2005, a molti tifosi sembrò poco l’investimento fatto e ifnatti rksulta iandeguato, ma la Continassa costerà una cifra simile mentre all’estero unc entro sportivo valido costa 40,50 milioni anche 100 se si vede il nuovo del Barcellona. La Continassa appare una speculazione da cui avranno benefici soggetti privati e non la Juventus , come d’altronde nel caso dello stadio . Con poco più di 10 milioni di euro non si costruisce infatti un moderno e funzionale centro sportivo.Che ne pensi?

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here