Louis van Gaal si appresta a diventare l’allenatore del Manchester United per la prossima stagione, anche se i tabloid del Regno Unito sono unanimi nel dire che i Red Devils devono ancora prendere una decisione definitiva in merito.
Dopo i colloqui dettagliati della scorsa settimana, l’olandese ritiene di aver già un accordo verbale per prendere il posto di David Moyes e sta progettando di chiedere a Patrick Kluivert e all’attuale manager ad interim, Ryan Giggs, di fargli da assistenti.
La dirigenza dello United sta insistendo nel dire che parlare di un accordo è prematuro e che i contratti non sono stati ancora firmati, soprattutto dopo che Giggs ha portato lo United, al suo esordio, ad una bella vittoria per 4-0 contro il Norwich con Wayne Rooney che ha insistito sul fatto come la leggenda del Manchester abbia ‘tutte le credenziali’ per diventare il tecnico dei Red Devils su base permanente, ma anche in questo caso sarebbe troppo affrettato fare un annuncio.

Il fido Patrick Kluivert

In un’intervista con talkSPORT l’ex attaccante di Van Gaal ha detto che il tecnico ha la mentalità e l’esperienza per prendere in mano lo United. “La cosa più importante in questo momento è che sono personalmente felice di lavorare con lui e con la nazionale olandese. Stiamo andando alla Coppa del Mondo e spero di fare bene. Dopo di che e vedremo cosa succederà. E’ certo che vorrei lavorare con lui ovunque nel mondo perché insieme ci troviamo bene. Non importa in quale club mi chiederà di unirmi, sarei assolutamente onorato di farlo al suo fianco”. Parlando di Carlo Ancelotti Kluivert ha detto che l’allenatore italiano sta arrivando al culmine della stagione con il Real Madrid e che non è ancora chiaro se il presidente Florentino Perez sarà disposto a lasciarlo andare.
Oltre all’ex rossonero Van Gaal vuole portare in Inghilterra l’allenatore dei portieri Frans Hoek, Jos van Dijk e l’analista fisioterapista Max Reekers, ma sarebbe anche felice di lavorare con campioni del calibro di Phil Neville, Paul Scholes e Nicky Butt, oltre che appunto a Giggs, ovvero la famosa classe del ’92 con l’intento di riportare il Manchester United sul tetto del Mondo.