cavani C&F
cavani C&F

Uno dei soci fondatori del Conmebol, l’Uruguay, ne è stato estromesso. Lucas Blasina, presidente del Rampla Jrs e moderatore dell’assemblea dei presidenti della primera division del paese sudamericano, legge ciò che viene inviato dal CSF e dove c’è scritto che “la AUF viene temporaneamente sospesa come da punti a, b, c, d dell’articolo 6.2 dello statuto”.
Ciò significa che la federazione calcistica uruguaiana non avrà voce in capitolo nella Conmebol, una sospensione disciplinata più dalla politica che dallo sport. La pena potrà essere ratificata nel Congresso ordinario del 9 luglio 2014, mentre la federcalcio uruguaiana avrà 72 ore per presentare la propria difesa.

Uruguay, a forte rischio il Mondiale brasiliano
Uruguay, a forte rischio il Mondiale brasiliano

Le reazioni

Hernán Navascués, uno dei partecipanti, ha dichiarato che il comunicato inviato dalla CONMEBOL non ha “alcuna base” ed è “arbitrario”. “Forse abbiamo sbagliato, ma oggi l’AUF riceve una punizione troppo grave, siamo stati usati come un capo espiatorio”, ha aggiunto.
Victor Della Valle ha detto che è “ovvio” che la sanzione della Conmebol e’ dovuta alla denuncia presentata da diversi club uruguaiani. Bauza (l’ex presidente Auf, ndr) si è dimesso ed è fuggito a Santiago e a noi invece viene comminata questa sanzione”, ha detto Della Valle, mentre il proprietario del El Tanque Sisley ha detto di non sapere quale sia la vera ragione della decisione del CONMEBOL, ma che potrebbe essere anche dovuta ad interferenze da parte del governo.
Il presidente del Peñarol, Juan Pedro Damiani, ha suggerito che era meglio lasciare da parte la questione della CONMEBOL e andare alle urne sull’ordine del giorno in quanto ogni decisione da prendere sulla AUF sarebbe comunque dovuta essere soggetta alle autorità e ha insistito per votare il Codice disciplinare come promesso al Presidente della Repubblica, José Mujica.
In tarda sera si è quindi proceduto al voto del Codice disciplinare promosso all’unanimità, che avrà comunque bisogno di alcune modifiche all’originale FIFA. Le speranze di partecipare al mondiale brasiliano non sono, dunque, del tutto perdute.