Stefano Remondini, vicepresidente esecutivo della Sampdoria, e’ il nuovo amministratore delegato del club blucerchiato al posto di Rinaldo Sagramola, le cui dimissioni sono state ratificate in cda. La nomina e’ stata effettuata in attesa di Ariedo Braida che dalla prossima estate dovrebbe ricoprire il ruolo di direttore generale. Stefano Remondini, commercialista, cinquant’anni, titolare di un noto studio in corso Podestà e membro del Cda blucerchiato, è un amico personale di Garrone e fa parte del Collegio Sindacale della Erg in qualità di sindaco supplente.

Braida, in attesa dell'ex rossonero c'è Remondini
Braida, in attesa dell’ex rossonero c’è Remondini

L’uomo giusto al momento giusto

Come spesso definito dalle “voci blucerchiate” è l’uomo giusto al momento giusto, sempre presente in tribuna (e molto spesso anche in trasferta), spesso addirittura in casacca blucerchiata, in occasione della festa di un club di tifosi. La scelta di Remondini  potrebbe essere questa la mossa decisiva per appianare le divergenze tra dirigenza e settore tecnico, formulare una strategia maggiormente in sintonia tra le due “anime” della Samp e riportare la squadra nei piani alti della classifica. Una strategia, quella blucerchiata, basata sulla passione sincera di Remondini per i colori blucerchiati e poi sulla sua competenza e sulla stima che il presidente Garrone ha nei suoi confronti. In attesa che il tutto si trasformi presto in Ariedo Braida.