barbara berlusconi rossaHolding Italiana Quattordicesima, la società che fa capo in quote paritetiche a Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi, ha chiuso l’esercizio al 30 settembre 2013 con un utile netto di 20,25 milioni di euro, frutto prevalentemente dei dividendi incassati nel corso dello scorso anno dalla partecipata Fininvest.

L’assemblea dei soci, riunitasi lo scorso 7 febbraio a Segrate (anche se i tre figli di Silvio Berlusconi e Veronica Lario erano presenti solo in audioconferenza), ha deciso di  destinare a riserva straordinaria circa 5,25 milioni di euro. I restanti 15 milioni di euro sono invece stati destinati a remunerare i soci.

I tre fratelli Berlusconi, compresa dunque l’attuale vicepresidente e amministratore delegato del Milan, Barbara, percepiranno dunque un dividendo di circa 5 milioni di euro ciascuno.

L’assemblea della holding ha anche provveduto a rinnovare il consiglio di amministrazione, che fino ad oggi era composto, oltre che dai tre fratelli Berlusconi, anche da alcuni fidati collaboratori di Silvio Berlusconi: l’ex ufficiale della Guardia di Finanza e poi direttore dei servizi fiscali del gruppo Fininvest Salvatore Sciascia, che ne era presidente, e Giuseppe Spinelli, il riservatissimo ragioniere contabile, che negli ultimi anni ha svolto un ruolo di raccordo tra il presidente del Milan e la sua ormai ex moglie.

Il nuovo cda della Holding Italiana Quattordicesima, cui fa capo il 21,41% della Fininvest, è ora composto da Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi (che ha assunto anche il ruolo di presidente al posto di Sciascia) e da due manager provenienti dalle società operative del gruppo Fininvest. Si tratta del 48enne Federico Rampolla, responsabile Digital Innovation del gruppo Mondadori, e del 43enne Furio Pietribiasi, managing director di Mediolanum Asset Management Ltd e Mediolanum International Funds Ltd (l’importante succursale irlandese del gruppo fondato da Ennio Doris). Sciascia non esce comunque definitivamente dalla società, essendo stato nominato quale componente del collegio sindacale.

L’ingresso dei due manager nel board della società di famiglia dei tre fratelli Berlusconi sembra andare nel segno di una sempre maggiore operatività anche in altri settori, oltre che alla semplice gestione passiva della partecipazione in Fininvest. Nel portafoglio della Holding Italiana Quattordicesima ha fine settembre figuravano infatti, oltre alle società immobiliari di famiglia, anche investimenti nella quotata MolMed, nel portale Facile.it (20,01%), nella società di promozione ExpoBee Inc (9,9%), nella società tedesca di pagamenti online Paymil Holding (2,97%) e una piccolissima quota del fondo Sator Private Equity Fund “A” promosso dall’ex ad di Capitalia, Matteo Arpe.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here