Paolo-FiorentinoUnicredit si chiama ufficialmente fuori dalla costruzione dello stadio di proprietà dell’As Roma, confermando così le anticipazioni di Calcioefinanza.it. dello scorso 5 febbraio (clicca per leggere l’articolo). Oggi Paolo Fiorentino, vicedirettore generale della banca milanese, azionista con il 31% di Neep Roma Holding (il veicolo cui fa capo l’80% del club giallorosso) ha confermato che Unicredit non è coinvolta nel progetto per la realizzazione del nuovo impianto della Roma a Tor di Valle, nemmeno per quanto riguarda il finanziamento dell’opera.

Parlando a margine di un incontro pubblico a Milano, Fiorentino ha sottolineato che il progetto di James Pallotta di dare alla Roma uno stadio di proprietà rappresenta “una idea buona che dà valore alla società”, ma ha allo stesso tempo affermato che si tratta di  “un progetto che stanno portando avanti gli americani” senza la partecipazione della banca.

“Noi non siamo coinvolti”, ha affermato Fiorentino, che è presidente di Neep Roma Holding e siede nel consiglio di amministrazione del club giallorosso, sottolineando che che ”anche sulla parte di financing ci siamo tirati abbastanza fuori”. “Comunque”, ha aggiunto, “capiremo quando le cose diventeranno più definite”. Quanto alle trattative con i cinesi di Chen Feng interessati ad entrare nel capitale del club, Fiorentino ha affermato: ”non ci sono particolari novità, non abbiamo fretta”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here