aurelio_de_laurentiis“La prossima estate dovremo costruire la vera squadra da scudetto”. Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio de Laurentiis parlando al canale satellitare Fox Sport. ”A fine stagione”, ha aggiunto, “vedremo cosa manca e cosa dovremo fare”. Il patron azzurro ha commentato il mercato appena concluso: ”A gennaio abbiamo avuto la fortuna ma anche la grande pazienza di cercare i giocatori giusti. Abbiamo trovato un ventiduenne come Jorginho che ha dimostrato di avere già personalità a centrocampo, a sinistra Ghoulam, lo abbiamo visto anche nella partita di ieri, sta confermando le sue capacità. Ora dobbiamo vedere solo Henrique che ha giocato pochi minuti e non è giudicabile”.

Per quanto riguarda invece la stagione in corso, il presidente del Napoli ha sottolineato come il compito del club azzurro è quello di “studiare e affrontare partita dopo partita, senza lasciare nulla al caso, tentando di andare il più avanti possibile su tutti i fronti”. “Cercheremo di primeggiare su tutti e tre i livelli (Campionato, Europa League e Coppa Italia, ndr) ma dobbiamo sempre confrontarci con i nostri avversari”, ha affermato de Laurentiis.

Il presidente del Napoli siè anche soffermato sulle recenti polemiche che hanno investito l’allenatore della Juventus, Antonio Conte. “Conte ha fatto e sta facendo benissimo nella Juventus. Se ha deciso di annullare il riposo dei suoi ragazzi, lunedì scorso, dopo un partita non positiva, avrà avuto i suoi buoni motivi. E’ sbagliato criticarlo. Dobbiamo stare attenti all’esposizione mediatica ed evitare certe uscite”.

Per quanto riguarda invece la possibilità che il Napoli ingaggi Maradona come ambasciatore, de Laurentiis ha risposto: “Maradona? E’ una icona in tutto il mondo. Se vorrà rappresentare il Napoli fuori dai nostri confini sarò lieto di dargli l’incarico di ambasciatore del nostro club. Lui allenatore del Napoli? Diego è uno di noi; ma io sono un monogamo. Ho un gran bel rapporto con Benitez e spero che prosegua il più a lungo possibile”, ha concluso De Laurentiis.

De Laurentiis è tornato anche a rilanciare la sua idea per il futuro della Champions League. “La Champions League deve essere allargata e deve diventare una sorta di campionato europeo per club, con la soppressione della Europa League. Lamela? Non fa piu’ parte dei nostri progetti: ci siamo gia’ rinforzati bene in quei ruoli”, ha affermato de Laurentiis, ospite della trasmissione Football Station in onda sul canale Fox Sports.”La contestazione di qualche settimana fa? Qualora si trattasse di veri tifosi, dobbiamo rispettare le loro convinzioni e accettare che pensino che noi abbiamo fatto male. Io, invece, sono certo del fatto che stiamo lavorando bene. Lo scudetto a Napoli? Io spero che l’anno prossimo sia quello buono”, ha concluso il numero uno della società azzurra.