La Federcalcio spagnola (RFEF) ha ridotto la lista delle sue città candidate ad ospitare Uefa Euro 2020, annunciando che presenterà solo Bilbao e Madrid, a titolo oneroso. La mossa significa che Barcellona e Valencia usciranno dal processo di offerta; la RFEF aveva inizialmente proposto tutte e quattro le città per la sua candidatura, ma ha ristretto le sue opzioni a seguito di una riunione del consiglio che ha valutato la reale fondatezza delle proposte delle quattro città e dei suoi relativi impianti. La Uefa ha annunciato a settembre che le sue 32 federazioni affiliate hanno rispettato la scadenza per dichiarare il loro interesse nell’hosting dell’Euro 2020, che andrà in scena in 13 città di tutto il continente. Le partite saranno divise in 13 diversi pacchetti, di cui 12 standard, tra cui tre partite di un gruppo, un turno a eliminazione diretta e un pacchetto per le semifinali e la finale.

Euro 2020

La stragrande maggioranza delle associazioni hanno presentato una città come contendente per Euro 2020, con l’eccezione della Spagna, e sono:  l’Italia (Milano e Roma), Polonia (Chorzow e Varsavia), Portogallo (Lisbona e Porto) e l’Ucraina (Donetsk e Kiev). Le altre città a rispettare la scadenza sono: Armenia (Yerevan), Azerbaijan (Baku), Bielorussia (Minsk), Belgio (Bruxelles), Bulgaria (Sofia), Croazia (Zagreb), Repubblica Ceca (Praga), Danimarca (Copenhagen), Inghilterra (Londra), Finlandia (Helsinki), Francia (Lyon), FYR Macedonia (Skopje), Germania (Monaco di Baviera), Grecia (Atene), Ungheria (Budapest), Israele (Gerusalemme), Kazakistan (Astana), Olanda (Amsterdam) , Irlanda (Dublino), Romania (Bucarest), Russia (St Petersburg), Scozia (Glasgow), Serbia (Belgrado), Svezia (Solna), Svizzera (Basilea), Turchia (Istanbul) e il Galles (Cardiff).

A ognuna delle 32 associazioni sarà consentito presentare fino a due offerte – uno per il pacchetto standard e uno per il pacchetto semi-finals/final – e ognuna di esse potrà decidere di presentare la stessa città, o due città diverse, per queste due offerte, ma ci sarà un massimo di un luogo designato per paese. I candidati hanno il diritto di cambiare la loro selezione iniziale, ma devono presentare il loro dossier di candidatura finale entro il 25 aprile 2014La nomina delle città ospitanti eseguita dal Comitato Esecutivo UEFA si terrà il 25 settembre 2014.