andrea-pirlo-juventusCome in Francia, anche in Italia si prepara un giro di vite nel rapporto tra calcio e Fisco. In particolare, stando a un emendamento della legge di Stabilità presentato dal Partito Democratico e approvato venerdì sera dalla Commissione Bilancio della Camera, si tratta di andare a incidere in chiave antievasione sulle compravendite di sportivi professionisti, che investono gli accordi tra società di calcio, procuratori e calciatori: anche i compensi versati agli agenti verranno tassati.

In sostenza, si tratterebbe di di tassare anche quella parte di compenso (il 15% in una transazione) che va agli agenti dei calciatori, che la nuova normativa equiparerebbe a uno scaglione dello stipendio vero e proprio con i relativi obblighi fiscali. Ai fini della determinazione dei valori delle imposte sui redditi “per gli atleti professionisti si considera altresì il costo dell’attività di assistenza sostenuto dalle società sportive professionistiche nell’ambito delle trattative aventi ad oggetto le prestazioni sportive degli atleti professionisti medesimi, nella misura del 15%, al netto delle somme versate dall’atleta professionista ai propri agenti per l’attività di assistenza nelle medesime trattative”, si legge nel testo dell’emendamento approvato.