Iniziano a trapelare le indiscrezioni su quello che sarà l’organigramma amministrativo-finanziario della nuova Inter di Erick Thohir. Come è noto il magnate indonesiano non ha intenzione di abitare in Italia e quindi ha bisogno di una figura di riferimento che gestisca in loco i conti della società.

Secondo Il Corriere dello Sport oggi in edicola, in gennaio in corso Vittorio Emanuele arriverà Michael Williamson, dal 2007 Chief Financial Officer (ovvero direttore finanziario) del club dei Dc United, al squadra di Washington di proprietà di Thohir che gioca nella Major League Soccer statunitense. “Da qualche mese – si legge sul quotidiano romano – Williamson è stato promosso e ha assunto anche la carica di Chief Operating Officer, ovvero direttore operativo: di fatto è l’uomo che prende tutte le decisioni chiave della società della Capitale statunitense e riferisce direttamente ai proprietari. Tutto lascia pensare che ricoprirà un ruolo analogo (o simile) all’Inter. Avrà il compito di migliorare i conti nerazzurri e, visto che Thomas Shreve (il braccio destro di Thohir, ndr) non dovrebbe avere una carica societaria ma solo una poltrona nel cdA, potrebbe essere Williamson l’amministratore delegato, colui al quale il prossimo consiglio di fine mese darà le deleghe economiche”.

Williamson sabato era alla Pinetina, dove ha assisitito all’amichevole contro il Chiasso insieme con Angelomario Moratti e Thohir. Quello è stato solo il suo primo contatto con Milano visto che ieri ha affiancato Thohir  nei colloqui in sede. A breve rientrerà negli Usa, ma tra qualche settimana tornerà in Italia e stavolta per restare. E soprattutto per influire sulle scelte chiave del futuro interista in materia di finanza.

Il quotidiano romano riporta inoltre che Williamson ha conquistato in fretta la fiducia di Thohir che gli ha affidato un ruolo chiave per i Dc United. Laureato all’ University of Delaware, quando viene fuori un euro dalle casse del club a stelle e strisce, ne è informato e soprattutto dà il via libera o blocca l’operazione. Anche in caso di trattative di mercato. Ha giocato un ruolo decisivo per far decollare il progetto del nuovo stadio di Washington e inevitabilmente contribuirà, da gennaio in poi, a portare avanti il progetto della nuova casa nerazzurra e del restyling di San Siro.

Thohir, d’altronde, vuole importare all’Inter il modello americano perché, come ha spiegato domenica, è convinto che sia vincente. Williamson lavorerà a stretto contatto con il dg Fassone. Migliorare i conti dell’Inter non sarà facile, ma lui ha l’esperienza per riuscirci, spiega il quotidiano