L’ex capitano dell‘Inghilterra, David Beckham,  che da tempo desidera diventare proprietario di una squadra di calcio, ha scelto Miami. La superstar del calcio inglese, ex giocatore di Manchester United, Real Madrid, Psg e Milan, sarebbe in procinto di esercitare un’opzione in suo possesso che gli consentirebbe di fondare una nuova franchigia nel campionato nord-americano con un investimento di circa 25 milioni di dollari (18 milioni di euro)

Lo Space Boy deve affrontare la forte concorrenza di tutto il mondo, in quanto di 12 gruppi di investitori hanno già manifestato l’interesse per ottenere una licenza dalla Major League Soccer (Mls), tuttavia Beckham, che ha militato nei Los Angeles Galaxy nelle stagioni scorse, avrebbe incluso nel suo accordo siglato nel 2007 una clausola che gli avrebbe consentito un giorno di possedere una squadra della Mls.

Di qui la fiducia che circola nell’entourage di Beckham che avrebbe scelto Miami in quanto considerata tra i mercati più interessanti negli Stati Uniti. La Florida, infatti, non ha ancora un squadra nella Mls e nello stesso tempo ha un grande bacino di utenza per il calcio visto l’alto numero di latino americani che vivono in quello Stato. “Sappiamo che Miami è uno dei mercati più interessanti in tutto il Nord America per quanto riguarda il calcio. Abbiamo incontrato Beckham sull’opportunità di concedergli la proprietà di una franchigia e non vediamo l’ora che lui riesca a condurre a termine l’operazione” ha spiegato Dan Courtemanche vice-presidente esecutivo della lega.

Assieme a Beckham ci sarebbe anche il suo socio in affari Simon Fuller che avrebbe una buona parte delle azioni della nuova squadra. Il piano prevede inoltre la raccolta di fondi da vari istituzioni e investitori finanziari con l’obiettivo di costruire un nuovo stadio per il club

Attualmente la Mls è composta da 19 squadre, ma si punta ad aumentare il numero a 24 entro il 2020. Beckham avrebbe scelto Miami dopo aver valutato anche le ipotesi legate a San Diego, Orlando e Montreal.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here