SHARE
Diritti TV Serie A, la regia unica della Lega (foto: Calcio e Finanza)
Diritti TV Serie A, la regia unica della Lega (foto: Calcio e Finanza)

Obiettivo: evitare il doppio abbonamento per i tifosi e gli appassionati della Serie A. È questo quello a cui Sky e Perform stanno lavorando, in vista dell’assegnazione dei diritti tv, prevista per domani.

Le due emittendi stanno studiando infatti il sistema per evitare il doppio abbonamento. Secondo il bando, infatti, sono in vendita tre pacchetti con esclusive per prodotto ma nessun operatore può acquistarli tutti.

Serie A, rischio doppio abbonamento per vedere tutte le partite in tv

La possibilità di un accordo commerciale è però presente nel bando tramite la clausola definita “Wholesale”, che prevede il diritto di ritrasmissione su altre Piattaforme del proprio segnale. La possibilità, cioè, è che avvenga quanto accade già oggi tra Eurosport e Sky: la piattaforma Eurosport viene infatti trasmessa su Sky. Servirà, però, un accordo tra chi acquisterà i diversi pacchetti.

Come riporta il Messaggero, tramite un’applicazione digitale Perform garantirebbe la visione dei contenuti anche agli abbonati Sky e viceversa, consentendo quindi ai tifosi e appassionati di avere a disposizione tutte e 380 le partite stagionali: un modo per evitare anche le proteste delle associazioni dei consumatori, già sul piede di guerra dopo la pubblicazione del bando.

Perform avrebbe puntato il paccheto numero 7, con 114 partite a stagione e prezzo minimo di 240 milioni di euro, offrendo circa 200 milioni di euro.

Tutto resta in attesa fino a domani, quando le offerte verranno svelate e la Lega potrà procedere all’assegnazione: intanto, però, si lavora già per evitare il doppio abbonamento ai tifosi.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA: