SHARE
“UNDICI”: svelato a Milano il nuovo branded experience format di Juventus
“UNDICI”: svelato a Milano il nuovo branded experience format di Juventus

Si chiama “UNDICI” il branded experience format di Juventus, svelato ieri sera e che per la prima volta sarà raggiungibile, dal 17 al 22 aprile, presso lo spazio di Via Archimede 26 a Milano.

L’anteprima di “UNDICI” fa parte dell’esposizione U-JOINTS, che vede protagonisti design e sport in occasione della Milano Design Week 2018: intorno a una grande panchina circolare, commissionata ad-hoc al designer americano Jonathan Nesci, si sviluppa uno spazio che intende offrire un’esperienza tutta bianconera, secondo cinque parole chiave.

SHARE: Una forma iconica, rettangolare come il campo da gioco. Un grande tavolo dove ci si possa sedere, leggere libri e riviste messi a disposizione del pubblico, lavorare, socializzare. Condividere.

EAT: Le eccellenze italiane, dalla pausa caffè griffata Segafredo Zanetti all’aperitivo, dal pranzo alla cena. In un percorso che attraversa idealmente l’Italia da nord a sud, “UNDICI” è anche uno spazio di grande gastronomia.

SHOP&PLAY: “UNDICI” è qualcosa che va oltre il calcio, oltre il campo. E’ anche un luogo dove è possibile apprezzare il merchandising del Club, che spazia dal football alle categorie proprie della cultura e dello stile Juventus.

LEARN: Uno spazio dove conoscere e amare la storia della Juventus. Attraverso memorabilia, poster, documentazione e card, la leggenda bianconera è qualcosa che pervade ogni centimetro di “UNDICI”, e che lo rende davvero un luogo… unicamente Juventus.

Come anticipato, però, quella che si potrà conoscere la settimana prossima a Milano è un’anteprima: infatti grazie alla collaborazione con Segafredo Zanetti, (cui è affidato lo sviluppo internazionale dell’iniziativa), “UNDICI” sarà un luogo raggiungibile in giro per il mondo, che consentirà da un lato alle migliaia di tifosi bianconeri che vivono lontano da Torino di sentirsi a casa, e che dall’altro ha intenzione di coinvolgere un pubblico sempre più ampio, attraverso un’esperienza unica, in cui la qualità del made in Italy (e del made in Juve) sia la cifra distintiva.

1 COMMENTO

  1. Mah non penso avrà successo. Mi sembra un progetto molto fumoso. La Juve dovrebbe costruire un nuovo stadio seriamente ovvero investendo somme ingenti come ha fatto l’atletico come faranno barcellona chelsea e ha fatto il tottenham. Basti pensare cosa è successo al marketing del Bayern dopo la costruzione dell’Allianz Arena , una struttura iconica che ha reso il Bayern ricchissimo. Mentre qualcuno a Torino nell’omertà assoluta ha voluto far passare lo Juventus stadium come “lo stadio che cambia il calcio” da testuali parole di Agnelli. E tutte le pecore a Torino ad annuire.

LASCIA UNA RISPOSTA: