Lettera di Elkann ai soci Exor: da Stellantis a Ferrari e Gedi, ecco i piani per il futuro

L’amministratore delegato della holding ricorda Marchionne e cita Hamilton nel suo discorso agli azionisti: ecco tutti i piani per il futuro di Exor.

Elkann lettera azionisti 2023
John Elkann (Foto: DPPI/Panoramic/Insidefoto)

Il presidente di Exor John Elkann ha inviato una lettera agli azionisti della società, facendo il punto sulla situazione economica del gruppo e sulle sfide attese nel 2024. Una lettera in cui Elkann ha citato anche la Juventus, con lo sguardo rivolto ai prossimi anni.

Ecco il testo integrale della lettera:

Carissimi Azionisti,

Apriendo la mia Lettera per il 2018, ho preso un momento per ricordare l’incredibile uomo che era Sergio Marchionne, che ci è stato strappato troppo presto. Il 2023 ha segnato il quinto anniversario della scomparsa di questo straordinario leader e meraviglioso amico, il cui lascito continua attraverso l’Auditorium Sergio Marchionne al CERN, il più grande laboratorio di fisica delle particelle al mondo e centro di ricerca.

Progettata da Renzo Piano, la CERN Science Gateway è stata inaugurata nell’ottobre 2023. Siamo orgogliosi di aver contribuito a questo edificio futuristico, che unisce due temi importanti per la mia famiglia: l’educazione e l’innovazione. Attraverso mostre immersive, laboratori ed esperienze, persone di tutte le età e provenienze potranno comprendere la bellezza e la rilevanza della scienza, come già hanno fatto più di 150.000 visitatori. Il CERN incarna la nostra fiducia nel futuro, ricordandoci anche il ruolo dei grandi innovatori, come Sergio, che hanno contribuito a tracciare la strada in avanti.

Quasi vent’anni fa, nel giugno 2004, Sergio fu nominato CEO della Fiat. L’azienda aveva attraversato una serie di CEO prima del suo arrivo ed era sull’orlo del fallimento. Quando rifletto su dove siamo oggi, sono molto grato a Sergio per averci dimostrato che l’impossibile è possibile. Il suo coraggio e la sua tenacia hanno salvato prima la Fiat e poi la Chrysler e i posti di lavoro delle centinaia di migliaia di persone che lavoravano direttamente e indirettamente con queste aziende. Oggi vediamo lo stesso coraggio e la stessa tenacia nella leadership e nelle persone di Stellantis.

Continuando a muoverci avanti, ricorderemo sempre ciò che Sergio ha giustamente detto: “la mediocrità non vale mai il viaggio”. Caro Sergio, ci manchi molto. Exor: NAV +32,7% nel 2023, valore di Ferrari e Stellantis cresciuto di 8,2 miliardi di euro.

Nel 2023, il Net Asset Value per share (Valore Netto degli Attivi per azione) di Exor è cresciuto del 32,7% sovraperformando di 15,1 punti percentuali il nostro benchmark, l’indice MSCI World. Il principale fattore che ha determinato la crescita del nostro NAV per azione quest’anno è stata l’ottima performance delle nostre maggiori società Ferrari e Stellantis, il cui valore è cresciuto rispettivamente del 52% e del 59%: un aumento combinato di €8,2 miliardi.

Exor: investiti quasi €4 miliardi nel settore della salute

L’aumento del costo dei servizi sanitari, unito alla carenza di personale medico, sta portando a una richiesta di nuovi approcci innovativi nell’affrontare i problemi sanitari globali… La tecnologia può migliorare la produttività, consentire di trattare i pazienti fuori dall’ospedale e far guadagnare tempo al personale medico. Per queste ragioni, abbiamo investito complessivamente quasi €4 miliardi nel settore dell’healthcare, investendo sia in società, sia tramite Exor Ventures… Da quando è stata fondata, Exor Ventures ha investito poco più di $600 milioni in circa 100 società. Nonostante un mercato difficile nel 2023, Ventures ha trovato molte buone opportunità, impiegando circa $100 milioni in 22 nuovi investimenti, di cui circa il 40% in startup in fase di lancio nel settore della salute.

Exor: sostegno alla leadership e alla strategia di Philips, ben posizionata nel settore healthtech

Nell’agosto 2023, abbiamo ulteriormente ampliato la nostra presenza nel settore sanitario acquisendo una partecipazione del 15% in Philips per un valore di €2,8 miliardi. Nel corso della sua storia di 130 anni, Philips ha costruito un marchio affidabile e di valore. …Negli ultimi anni, Philips ha affrontato sfide difficili: dal 2021 l’azienda si è trovata a gestire un richiamo che ha interessato il suo business di Sleep & Respiratory Care (Cura del Sonno e Respiratori)…Nello stesso periodo, Philips ha inoltre affrontato problemi nell’operatività e nella catena di fornitura, con carenze di componenti chiave (ad es. i chip) che hanno frenato le consegne… La squadra di vertice ha un solido piano di rilancio ed è concentrato nel riportare l’azienda a una sana crescita del fatturato e della redditività dopo il 2025. … Sosteniamo in pieno la leadership e la strategia di Philips. La società è ben posizionata per cogliere le entusiasmanti opportunità che stanno plasmando il settore healthtech.

Cinque anni senza Marchionne: ha salvato Fiat e Chrysler, vediamo stesso coraggio oggi nella leadership e nelle persone di Stellantis

Il 2023 ha segnato il quinto anniversario dalla scomparsa di questo straordinario leader e meraviglioso amico, la cui eredità continua attraverso l’Auditorium Sergio Marchionne inaugurato al CERN, il più grande laboratorio e centro di ricerca per la fisica delle particelle al mondo.

Quasi vent’anni fa, nel giugno del 2004, Sergio era stato nominato AD di Fiat. La società aveva visto una serie di AD succedersi prima del suo arrivo ed era sull’orlo della bancarotta. Quando rifletto su dove siamo oggi, sono molto grato a Sergio per averci mostrato che l’impossibile è possibile. Il suo coraggio e la sua tenacia hanno salvato prima Fiat e poi Chrysler, oltre al lavoro di centinaia di migliaia di persone che lavoravano direttamente e indirettamente per queste aziende. Oggi vediamo lo stesso coraggio e la stessa tenacia nella leadership e nelle persone di Stellantis. Mentre proseguiamo il nostro percorso verso il futuro, ricorderemo sempre ciò che Sergio giustamente disse: “la mediocrità non vale mai il viaggio”. Ci manchi molto, caro Sergio.

Stellantis: vendite BEV nel 2023 +21%, Leapmotor opportunità esposizione su auto elettriche

Le vendite globali di BEV Stellantis sono cresciute del 21% su base annua: oggi è sulla buona strada per raggiungere obiettivi del suo piano strategico Dare Forward 2030 che mira a raggiungere entro la fine del decennio il 100% delle vendite di auto in Europa e il 50% delle vendite di auto e veicoli commerciali leggeri negli Stati Uniti costituite da veicoli elettrici a batteria (BEV). Stellantis è stata attiva nella ricerca di opportunità per aumentare la sua esposizione nel mercato degli EV. Nell’ottobre del 2023, l’azienda ha investito circa €1,5 miliardi per acquisire il 20% circa di Leapmotor e ha creato Leapmotor International, una joint venture guidata da Stellantis al 51/49 che ha diritti esclusivi per l’esportazione e la vendita, oltre che per la produzione, dei prodotti Leapmotor al di fuori della Grande Cina. Questa è la prima parnership globale nel settore degli EV tra un importante produttore di automobili e un costruttore cinese esclusivamente BEV.

Stellantis: risultati 2023 record, dalla fondazione nel 2021 distribuiti €6 mld ai dipendenti

La spinta a competere e concentrarsi sull’eccellenza ha generato risultati record con ricavi di €189,5 miliardi (in crescita del 6% rispetto al 2022), un risultato operativo rettificato di €24,3 miliardi (~13% di margine) e un utile netto di €18,6 miliardi (incremento del 11%).

Questi risultati eccellenti non premiano solo gli azionisti, ma anche i dipendenti di Stellantis, che riceveranno quasi €1,9 miliardi in base ai risultati raggiunti. Dalla sua fondazione nel 2021 Stellantis ha distribuito un totale di €6 miliardi ai propri dipendenti in tutto il mondo; una dimostrazione tangibile di come l’azienda abbia allineato i propri incentivi ai risultati a beneficio di tutti i dipendenti. A novembre, l’azienda ha inaugurato il piano “Shares to Win”, il suo primo programma di acquisto azionario per dipendenti che consente loro di diventare azionisti di Stellantis a condizioni preferenziali; l’iniziativa verrà estesa a oltre 240.000 dipendenti in tutto il mondo nel 2024.

Stellantis, 11 luglio celebrazioni per 125 anni di Fiat, marchio più venduto del Gruppo

L’11 luglio Fiat celebrerà i 125 anni dalla sua fondazione ad opera del mio trisnonno, Il Senatore Giovanni Agnelli. Per il terzo anno consecutivo Fiat è stato il marchio più grande di Stellantis in termini di volume di vendite con 1,35 milioni di unità vendute in tutto il mondo (un aumento del 12% rispetto al 2022), che include il successo della 500e, leader europea tra le city car elettriche e orgogliosamente costruita a Mirafiori.

Auto elettriche: sei su dieci nel 2024 saranno vendute in Cina, che le esporterà anche nel mondo

Quando guardiamo all’evoluzione del mercato dei veicoli elettrici (EV), la Cina è, e continuerà ad essere, il massimo protagonista. Con un approccio articolato che si concentra su industrie affini (bus e moto), batterie (il più costoso tra i componenti di un’auto, con il 70% delle batterie agli ioni di litio che sono prodotte oggi in Cina) e una base di fornitori a basso costo e spesso di alta qualità, la Cina sta proseguendo la sua espansione di EV. Bloomberg stima che su un totale globale atteso di 16,7 milioni di automobili EV vendute nel 2024, sei su dieci saranno vendute in Cina, con i costruttori cinesi che continueranno anche a esportare gli EV in tutto il mondo.

Ferrari: altri 12 mesi di successi, combina performance e passione come nessun altro

Nel 2023 sono stati lanciati cinque modelli, tra cui la Ferrari Roma Spider e la 499P Modificata…derivata dalla hypercar 499P che a giugno ha trionfato nell’edizione del centenario di Le Mans, nell’ambito del campionato WEC (World Endurance Championship). Dopo ventiquattro ore di intensa competizione, tra condizioni difficili e con determinazione mentale, Alessandro Pier Guidi, Antonio Giovinazzi e James Calado hanno raggiunto la vittoria al termine di 342 giri nel famoso circuito francese. È stato un ritorno perfetto per il Cavallino Rampante, dopo un’assenza di cinquant’anni, oltre che la sua decima vittoria complessiva in questa gara leggendaria. Gli sforzi dei meccanici, degli ingegneri e dei piloti, uniti all’impegno assoluto della squadra e dei suoi tifosi, evidenziano la capacità di Ferrari nel combinare performance e passione come nessun altro.

Ferrari: risultati eccezionali, versione elettrica resterà fedele alla sua storia

Fuori dalla pista, Ferrari ha continuato a raggiungere risultati eccezionali, superando le previsioni annuali. I ricavi netti per l’anno sono cresciuti del 17% arrivando a €6 miliardi, con un EBITDA rettificato di €2.3 miliardi (38% di margine) e, per la prima volta, l’utile netto ha superato €1 miliardo (un aumento del 34% rispetto al 2022).  Non vediamo l’ora di celebrare ulteriori vittorie con clienti, tifosi e dipendenti con Benedetto Vigna e il suo leadership team che mantengono il loro approccio “con le gomme ben salde sulla terra”, mentre il Cavallino Rampante prosegue nel suo viaggio verso l’elettrificazione restando fedele alla propria storia.

Ferrari, Elkann cita Hamilton: “imparare ogni giorno, c’è sempre spazio per migliorare”

Il 2024 sarà un anno in cui accelereremo il nostro obiettivo di costruire grandi aziende attraverso il giusto allineamento tra proprietà, governance e leadership. La Scuderia Ferrari sta fornendo un buon esempio di tale progresso, avendo iniziato la nuova stagione di F1 con diversi piazzamenti da podio.

Con il successo, è importante tenere a mente le parole di Lewis Hamilton (che si unirà alla Scuderia la prossima stagione): “Nelle corse ci sono sempre cose da imparare, ogni singolo giorno. C’è sempre spazio per migliorare, e penso che questo valga per tutto nella vita.” Le sue parole richiamano una delle coppie di valori di Exor: Ambizione e Umiltà. (Elkann conclude la lettera con la foto finale del GP di Australia, dove la Ferrari si è piazzata al primo e secondo posto).

Gedi, importante giornalismo fedele ai valori dei lettori e dei giornali, non agli interessi di chi li possiede

Da quando Exor è diventato azionista di maggioranza nel 2020, il focus della media company si è spostato verso il digitale, una soluzione più adatta per le sue testate nazionali. Di conseguenza, quasi tutti i giornali locali sono stati venduti, ultimo tra questi Il Secolo XIX.

Oggi, la strategia in ambito news di GEDI è centrata su La Repubblica e La Stampa, due dei principali giornali in Italia, la cui significativa presenza cartacea è completata da un’offerta digitale in crescita. Continuiamo a credere nell’importanza di un giornalismo affidabile e di qualità, specialmente in un mondo in cui a volte è difficile fidarsi di ciò che leggiamo. Questo è fondamentale mentre formiamo le nostre opinioni e, per questa ragione, non dobbiamo mai perdere un giornalismo indipendente, che resti fedele all’identità e ai valori dei giornali e dei lettori a cui si rivolge, e non agli interessi di chi li possiede.

Gedi, gli abbonati digitali +50% nel 2023; per Radio Deejay 5,5 mln ascoltatori al giorno

(Diverse) iniziative stanno contribuendo a compiere la trasformazione digitale di GEDI, con risultati tangibili. In media, GEDI raggiunge 4,7 milioni di utenti unici al giorno attraverso i suoi siti web, classificandosi al primo posto tra gli editori di news in Italia. Il numero degli abbonati digitali è cresciuto ogni anno a doppia cifra da quando abbiamo acquisito GEDI, con un incremento del 50% nel 2023. I ricavi digitali sono ora superiori a €125 milioni, ovvero il 26% dei ricavi totali.

Anche il comparto intrattenimento di GEDI sta mostrando segni positivi: Radio Deejay raggiunge in media 5,5 milioni di ascoltatori ogni giorno. Questo la rende la terza radio più seguita in Italia e la più grande in termini di presenza sui social media con 1,2 milioni di follower su Instagram (nessun’altra radio italiana ne ha più di 1 milione). E OnePodcast conta oggi conta 170 produzioni originali, con 17 milioni di streaming al mese nel 2023.

Juventus, stagione 2023/24 è l'”Anno Zero”, Cristiano Giuntoli aiuterà a plasmare il futuro

Il 2023 ha rappresentato un anno di transizione. Sotto il suo nuovo Consiglio di Amministrazione presieduto da Gianluca Ferrero, l’attenzione è stata rivolta alla risoluzione delle vicende che stava affrontando con la Giustizia Sportiva, sia in Italia che in Europa…La stagione 2023/24 è quindi l'”Anno Zero”, in cui la società sta ponendo le fondamenta per il suo ritorno, sia dentro che fuori dal campo. Cristiano Giuntoli, che è arrivato nel 2023 ed è stato appena nominato Miglior Direttore Sportivo dell’Anno ai Globe Soccer Awards per il suo lavoro con il Napoli lo scorso anno, aiuterà a plasmare il futuro della Juventus. La squadra punta a tornare in Champions League e ha già confermato la sua presenza al Mondiale per Club allargato della FIFA nell’estate del 2025. Con un maggiore focus sui giovani talenti della sua Next Gen (che hanno dimostrato il loro valore quest’anno), la Juventus mira a costruire una struttura di costi sostenibile in linea con le nuove regolamentazioni dell’UEFA.

Juventus, Elkann: storia d’amore lunga un secolo, “Fino alla fine” è superare le avversità

Sei conosci i nostri tifosi, i nostri giocatori e il nostro spirito, la frase “fino alla fine” non ti suonerà nuova. Incarna la determinazione del club nel continuare a lottare e superare le avversità, una convinzione propria di Edoardo Agnelli quando fu nominato Presidente il 24 luglio 1923. Da quel momento è iniziata una storia d’amore lunga un secolo tra le famiglie bianconere e la mia famiglia. Un legame che nel 2023 abbiamo celebrato con le generazioni di tifosi in Italia e nel mondo– tutti uniti dall’amore per la Juventus. Forza Juve!!!

Lingotto a 1 anno dal lancio conta 40 professionisti e $4,5 miliardi Asset in Gestione

Lingotto, un gestore di asset patrimoniali alternativi che abbiamo lanciato nel maggio 2023 con lo scopo di offrire rendimenti a lungo termine attraenti per i suoi limited partners. A distanza di un anno, Lingotto si è sviluppata rapidamente. Sotto la guida di Enrico Vellano, ex CFO di Exor, Lingotto è cresciuta fino a raggiungere un organico di quasi 40 professionisti specializzati nelle attività di investimento e i suoi Asset Sotto Gestione (Asset Under Management) alla fine del 2023 ammontavano a circa $4,5 miliardi. Lingotto ha anche annunciato l’apertura del suo ufficio di New York.

Exor, Louboutin punta a €1 mld di ricavi

Christian Louboutin si sta impegnando a raggiungere una solida performance finanziaria continuando nel contempo a innovare i suoi prodotti e mantenere il posizionamento del suo brand. L’azienda sta esplorando nuove categorie (vedi ad esempio la sua collaborazione con Marcolin negli occhiali) e collaborazioni con altri marchi (ad esempio, Christian Louboutin x Maison Margiela è stato un successo ai Grammy Awards di quest’anno) e artisti (Taylor Swift indossa calzature Christian Louboutin nel suo attuale tour mondiale). Mentre l’azienda progredisce verso l’obiettivo di superare €1 miliardo di ricavi, continuiamo ad essere entusiasti delle sue prospettive e la partnership che abbiamo avuto negli ultimi tre anni ci incoraggia nella nostra convinzione di un futuro brillante.