Ajax, sospeso il Ceo Alex Kroes per insider trading

L’amministratore delegato dei Lancieri ha acquistato più di 17.000 azioni una settimana prima della sua nomina nell’agosto 2023.

ajax
(Photo by OLAF KRAAK/ANP/AFP via Getty Images)

Un caso finanziario colpisce l’Ajax. La società olandese, infatti, ha appena comunicato la sospensione del proprio amministratore delegato, Alex Kroes, per presunto insider trading. L’Ajax è quotata alla Borsa di Amsterdam e ha una capitalizzazione di mercato poco sotto i 190 milioni di euro.

«Questa decisione è stata presa dopo che il Consiglio di Sorveglianza ha appreso che Kroes aveva acquistato più di 17.000 azioni dell’Ajax una settimana prima della pubblicazione della nomina prevista per il 2 agosto 2023 – si legge nella nota apparsa sul sito ufficiale del club olandese –. Il Consiglio di Sorveglianza si è avvalso di una consulenza legale esterna, il che dimostra che è molto probabile che abbia commesso insider trading. L’insider trading è un reato penale».

Il presidente del consiglio di sorveglianza Michael van Praag ha dichiarato: «Siamo spiacevolmente sorpresi che ciò accada ora all’Ajax, perché è molto negativo per il club e per tutti coloro che hanno a cuore questa società. Le azioni di Alex Kroes non sono compatibili con ciò che stiamo facendo. Il momento in cui ha acquistato le azioni significa che stava trattando con informazioni privilegiate. Una società quotata non può tollerare una simile violazione, soprattutto se riguarda l’amministratore delegato. Dopo un’attenta analisi, il Consiglio di Sorveglianza è quindi giunto alla conclusione che la posizione di Alex come membro del consiglio direttivo dell’Ajax non è più sostenibile. Penso che sia importante aggiungere che l’attività sarà portata avanti con le persone di cui disponiamo e sulla strada che l’Ajax ha già intrapreso con Alex».

«I compiti di Alex Kroes verranno assunti dai suoi colleghi direttori. Inoltre, Michael van Praag assisterà temporaneamente la direzione in qualità di direttore di vigilanza delegato. A breve sarà convocata un’Assemblea generale straordinaria degli azionisti per ascoltare gli azionisti in merito al previsto licenziamento, come prescritto dallo statuto. Il Consiglio di Sorveglianza prenderà poi una decisione sul licenziamento», conclude la nota.