Truffa a Sky e Netflix col pezzotto: 37enne condannato a due anni di carcere

Il Tribunale di Campobasso ha condannato a due anni e due mesi per truffa un 37enne di Isernia che aveva messo a disposizione, tramite il pezzotto, l’accesso alle principali pay-tv.

Pirateria blocco siti illegali
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Con il sistema del cosiddetto ‘pezzotto’, dopo aver decodificato i programmi di tutte le più importanti e note piattaforme televisive, tra queste Sky, Netflix e Amazon, metteva a disposizione gli interi palinsesti a un numero indefinito di persone che pagavano per ottenere la visione in modo illegale. Per questo motivo il Tribunale di Campobasso ha condannato a due anni e due mesi per truffa un 37enne di Isernia. Nella vicenda sono coinvolte anche altre persone per le quali si procede separatamente. Lo riporta l’Ansa.

L’uomo secondo l’accusa si introduceva abusivamente nei sistemi telematici delle principali pay tv, protetti da misure di sicurezza, ne duplicava i contenuti e successivamente li collocava su server remoti mediante la creazione di copie alterate e ricodificate. Sempre secondo l’accusa il 37enne ha procurato a se stesso e ad una serie indeterminata di clienti e rivenditori un ingiusto profitto con danno per Sky, Netflix Amazon e NowTv. I fatti si riferiscono al 2020. Il legale dell’uomo ha preannunciato ricorso in Appello.