Al-Khelaifi riapre le porte dell’ECA alla Juve: «Ho parlato con Elkann: sono i benvenuti»

Il numero uno dell’associazione europea dei club ha confermato la volontà di riaprire le porte ai bianconeri, che avevano lasciato dopo il lancio del progetto Superlega e le dimissioni di Agnelli.

Palermo ECA
(Foto: FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

La Juventus è benvenuta a rientrare nell’European Club Association (ECA) dopo che la società bianconera ha comunicato ufficialmente nei mesi scorsi la sua volontà di ritirarsi dal progetto della Superlega. Lo ha dichiarato il presidente dell’ECA, Nasser Al-Khelaifi, dopo la riunione del Consiglio ECA andato in scena oggi a Copenaghen.

La Juventus infatti aveva lasciato l’ECA, all’epoca ancora guidata dall’ex presidente bianconero Andrea Agnelli, insieme agli altri dodici club (tra cui anche Inter e Milan) che avevano lanciato insieme il progetto della Superlega. Tuttavia, nove società (tra le quali le stesse Inter e Milan) erano rientrate nell’associazione dopo l’uscita dalla Superlega e un accordo con l’UEFA, mentre Juventus, Real Madrid e Barcellona sono ancora fuori dall’ECA.

“Se smettono di lottare per quello che stanno cercando di ottenere, che penso sia un progetto stupido, sono sempre i benvenuti”, ha dichiarato Al-Khelaifi oggi, come riportato dall’agenzia Reuters. “Ho parlato con il proprietario e, sai, mi ha chiamato e penso che vogliano tornare. Sono decisamente i benvenuti”, ha aggiunto.