Inter, nuovo giudizio da Fitch: rating B+ con outlook stabile per il bond

L’agenzia di rating ha emesso un nuovo giudizio sul bond da 415 milioni dell’Inter, emesso nel febbraio 2022 dalla controllata Inter Media and Communications SpA.

Inter primo trimestre 2023 2024
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Fitch ha confermato il rating “B+” con outlook stabile al bond da 415 milioni dell’Inter, emesso nel febbraio 2022 da Inter Media and Communications SpA. Lo ha reso noto l’agenzia di rating in una nota.

I principali driver che hanno portato Fitch a confermare il rating “B+” sono la partecipazione alla Serie A e alle coppe europee, con un tema da sviluppare invece sul fronte infrastrutturale (San Siro viene definito “vecchio” e si sottolinea la mancanza “di strutture moderne e del gran numero di suite esecutive presenti negli stadi europei moderni”).

“L’Inter ha registrato un notevole aumento di ricavi ed EBITDA nel periodo fiscale 2023 grazie alle buone performance sportive in Champions League, che hanno potenziato i ricavi da media e quelli da biglietteria. Inoltre, il club ha rinnovato un importante contratto di sponsorizzazione con Nike, lo sponsor tecnico, per gli otto anni successivi. Attualmente, Inter Milan sta negoziando l’altro contratto chiave di sponsorizzazione, la maglia principale, che scade alla fine di questa stagione”, conclude Fitch.

Confermato, quindi, il rating del bond dell’Inter a “B+”, che equivale a un giudizio di bond “altamente speculativo” (si veda la tabella sotto) e sui mercati finanziari viene definito “junk bond” o “titolo spazzatura”.