Inter, Inzaghi: «Noi favoriti? Non siamo i più ricchi visti gli ultimi mercati»

Le parole del tecnico nerazzurro dopo la vittoria contro il Frosinone: «Sappiamo che abbiamo grandi dirigenti e un presidente che ci sta vicino e nelle difficoltà abbiamo tirato fuori il meglio».

Simone Inzaghi stipendio Inter
(Foto: David Ramos/Getty Images)

“Noi favoriti per lo scudetto? Io griglie e cose così non le faccio. Prometto di fare bene tutte le partite possibili come è stato l’anno scorso anche in Europa. Ci danno per favoriti per come stiamo giocando, ma non siamo i più ricchi in questo momento visti gli ultimi tre mercati: utile di 120 milioni al primo anno, utile di 30 milioni al secondo anno e zero quest’anno nonostante la finale di Champions. Sappiamo che abbiamo grandi dirigenti e un presidente che ci sta vicino e nelle difficoltà abbiamo tirato fuori il meglio”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, intervistato da Dazn dopo la vittoria contro il Frosinone.

“Le prime sedici gare sono state fatte nel migliore dei modi, i ragazzi lavorano bene e insieme. E “insieme” deve essere la nostra parola. Cerco di impiegare tutti. Il campionato è lungo e ci saranno difficoltà li dovremo fare la differenza, nei momenti difficili, tutti insieme dovranno uscire nel migliore dei modi”, ha aggiunto.

“Dimarco? Ha fatto un eurogol che starà facendo il giro del mondo. Se lo merita. Era una gara equilibrata, avevamo sbagliato di poco in alcune occasioni e questo gran gol ci ha aperto la partita e nel secondo tempo abbiamo vissuto una partita più tranquilla. Dimarco ha qualità balistiche e non solo quelle. Fa queste cose in allenamento. È un gol che si vede raramente, gli ho fatto i complimenti. A lui e ai ragazzi ho detto che devono continuare così”, ha concluso