Restyling Franchi, approvato il progetto esecutivo: parte la gara

Il progetto esecutivo del corpo principale dello stadio è stato approvato. Può così partire le procedure di gara per la riqualificazione dell’impianto progettato da Pier Luigi Nervi.

Dove giocherà la Fiorentina
(Foto: Comune di Firenze)

Il progetto esecutivo del corpo principale dello stadio Artemio Franchi è stato approvato. Lo ha annunciato il Comune di Firenze, spiegando che in questo modo può partire le procedure di gara per la riqualificazione dell’impianto progettato da Pier Luigi Nervi. Il bando di gara è stato inviato oggi alla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea e nelle prossime ore alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Gara restyling Franchi – I criteri per partecipare

Si prevede quindi che da venerdì 10 novembre i documenti di gara possano essere pubblici e accessibili a chi vorrà partecipare. La scadenza per la presentazione delle offerte è lunedì 11 dicembre. Il bando prevederà l’aggiudicazione all’offerta economicamente più vantaggiosa. Su un punteggio complessivo di 100, il prezzo varrà 10 punti, il tempo 10 punti e l’offerta tecnica 80 punti.

I requisiti per partecipare alla procedura di gara saranno particolarmente elevati e per molte categorie di lavorazione sarà necessario possedere la classifica connessa ai massimi importi (ad esempio, la categoria OG1 classe 8 che equivale a edifici civili e industriali con classifica per importi superiore a 15 milioni di euro), oltre a un volume di affari superiore a 180 milioni di euro in 5 anni.

Sarà nominata una commissione giudicatrice che dovrà assegnare i punteggi sull’offerta tecnica e completare la propria attività in maniera tale da consentire le verifiche amministrative e aggiudicare entro il 31 dicembre. Sulla base delle milestone previste dal PNC (Piano Nazionale Complementare), i lavori devono iniziare entro marzo 2024, ma l’amministrazione comunale intende partire in anticipo rispetto alla scadenza.

Già nel mese di gennaio 2024 sono previsti i lavori propedeutici all’appalto principale, a partire dalla Curva Ferrovia, con la demolizione delle strutture realizzate in occasione della coppa del mondo Italia ‘90. Il quadro economico ad oggi approvato è di 151.308.000 euro. Con queste risorse, l’amministrazione comunale prevede di realizzare:

  • tutti gli interventi di restauro, riparazione e rinforzo strutturale delle strutture esistenti sottoposte a vincolo, compresi la pensilina storica, la palazzina d’onore, la torre Maratona e le scale elicoidali;
  • tutte le opere di realizzazione delle nuove gradinate per Curva Fiesole e Curva Ferrovia, comprese le fondazioni delle cosiddette quattro mega colonne a supporto della copertura; tutte le opere volte a realizzare i nuovi spazi destinati ad atleti e giornalisti radio-televisivi (interventi di ampliamento degli interrati dell’attuale Tribuna coperta);
  • tutti i nuovi servizi igienici in linea coi requisiti normativi;
  • la riqualificazione di tutte le sedute di qualsiasi ordine e tipo, con eccezione di quelle sulla tribuna Maratona; la copertura dello stadio a partire dal lato curva Fiesole.

Gara restyling Franchi – Modello in linea con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Qualora vengano ripristinati i finanziamenti complessivi previsti per lo stadio, la ditta che si aggiudicherà il presente appalto potrà proseguire nella realizzazione dell’opera senza necessità di bandire ulteriori gare. Il modello è analogo a quello già adottato a Firenze per la costruzione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e delle nuove linee tramviarie (ad esempio la linea 4 per Campi Bisenzio).

I cantieri per la realizzazione del restyling dello stadio saranno ubicati nell’area attualmente occupata dal campo sportivo “Cerreti 1”, in parte della struttura del centro sportivo “Davide Astori” e in una porzione del parcheggio prospicente al campo “Cerreti 1”. I cantieri non interesseranno in alcun modo l’area del mercato lato Curva Fiesole, né lo skatepark, né i giardini “Niccolò Galli”, né i campi del centro sportivo “Davide Astori”.

Il progetto esecutivo è stato realizzato dal gruppo di progettazione vincitore del concorso internazionale di progettazione e costituito da: Ove Arup & Partners International Ltd, Arup Italia srl, Mario Cucinella Architects surl, Cupelloni Architettura srl, InPRO srl.