La Roma come Inter e Milan: via al dibattito pubblico per lo stadio

Il progetto del nuovo impianto a Pietralata dovrà superare un’altra fase burocratica prima dell’approvazione definitiva, senza dimenticare il problema legato alla proprietà di alcune porzioni di terreno.

roma
(Foto: Paolo Bruno/Getty Images)

Stadio Roma dibattito pubblico – La costruzione di un nuovo stadio a Roma, come a Milano, è una questione che è sui tavoli del Comune ormai da diversi anni. Nel frattempo nella Capitale, sponda giallorossa, è cambiata la proprietà, ma la voglia di regalare al club e ai tifosi un impianto moderno non è diminuita, anzi è addirittura cresciuta.

Ecco che allora i Friedkin, negli ultimi mesi, hanno accelerato andando decisi sui terreni di Pietralata trovando anche una sponda importante nel Comune diretto da Roberto Gualtieri. Non senza problemi problemi. Nella giornata di ieri, infatti, sono emerse alcune controversie legate ad alcuni appezzamenti di terreno sui dovrebbe sorgere lo stadio. Infatti, un gruppo di privati cittadini e di imprese ha rivendicato al giudice la proprietà di alcuni di essi, anche se il Comune ha rassicurato il club giallorosso di esserne il vero proprietario e che è solo una questione burocratica da risolvere con i vari impiegati comunali già al lavoro per portare a termine il tutto.

Ecco proprio la burocrazia mette la Roma davanti a uno dei molti passaggi da soddisfare prima della presentazione del progetto definitivo che darebbe il via all’inizio dei lavori. Proprio come visto a Milano per il nuovo San Siro di Inter e Milan, progetto vicinissimo a essere abbandonato, ecco che anche per l’eventuale nuovo impianto giallorosso ci sarà un dibattito pubblico.

Come riporta l’edizione odierna de Il Messaggero, dalla giornata di oggi, 1° settembre, sarà possibile iscriversi, presentare commenti, memorie e documenti, per il dibattito pubblico sul progetto del nuovo stadio della Roma a Pietralata. La nuova piattaforma online dedicata, avviata oggi, per partecipare al Dibattito è una innovazione del procedimento introdotta recentemente sul modello francese.

Il Dibattito, che sarà organizzato e gestito dalla società Nomisma, prevede la partecipazione in presenza oppure online. La prima seduta è fissata in Campidoglio, nella Sala della Protomoteca, il prossimo 7 settembre a partire dalle ore 17.00. Al termine del dibattito, verrà predisposta una relazione conclusiva, che conterrà una sintesi di tutti i punti di vista emersi.