Il Coni dichiara inammissibile il ricorso del Brescia per la Serie B

Il Collegio di garanzia del Coni ha respinto il ricorso del Brescia contro la non accettazione della domanda di iscrizione alla serie B da parte del club di Cellino

IMG_1632
Il logo Coni (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni ha dichiarato inammissibile il ricorso del Brescia per l’iscrizione al campionato di Serie B.

“La Sezione per le controversie in tema di ammissione/iscrizione ai campionati professionistici – si legge nella nota, presieduta dall’avv. Vincenzo Nunziata, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato, in data 22 giugno 2023, dalla società Brescia Calcio S.p.A. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.), la Lega Nazionale Professionisti Serie B (LNPB) e nei confronti della Reggina 1914 s.r.l., per l’annullamento:

  • del provvedimento della Lega Nazionale Professionisti Serie B del 20 giugno 2023, inviato, a mezzo PEC, in pari data, alle ore 14.38.30, avente ad oggetto ”R: Scadenza 20.06.2023 – Domanda di Ammissione Campionato Serie B 2023/2024” e con il quale è stata dichiarata l’irricevibilità della domanda (con annessa documentazione) del Brescia Calcio S.p.A. di partecipazione al Campionato di Serie B 2023/2024;
  • del messaggio Pec di comunicazione dell’anzidetto provvedimento;
  • del parere dell’area legale della Lega Nazionale Professionisti Serie B citato nel provvedimento e di estremi non conosciuti;
  • del Sistema delle Licenze Nazionali per l’ammissione al Campionato Professionistico di Serie B 2023/2024 approvato con Comunicato Ufficiale F.I.G.C. n. 66/A del 9 novembre 2022 nelle parti infra specificate; del Comunicato Ufficiale F.I.G.C. n. 66/A del 9 novembre 2022;
  • di tutti i provvedimenti della F.I.G.C., Co.Vi.So.C. e della Lega Nazionale Professionisti Serie B concernenti il rilascio della Licenza Nazionale in favore della Reggina 1914 s.r.l. nonché l’iscrizione e l’ammissione della Reggina 2014 s.r.l. al Campionato di Serie B 2022/2023 e al Campionato di Serie B 2023/2024; di tutti i provvedimenti della F.I.G.C. nella parte in cui non hanno disposto la revoca dell’affiliazione della Reggina 1914 s.r.l.;
  • di tutti i provvedimenti F.I.G.C. (ove esistenti) nella parte in cui non hanno disposto la riammissione del Brescia Calcio S.p.A. al campionato di Serie B 2023/2024; di ogni altro atto presupposto, connesso e conseguente.

“Ha, altresì, disposto la compensazione delle spese del giudizio”, conclude il Collegio nella nota.