Infantino si alza lo stipendio da presidente della FIFA: le cifre per il 2022

Il presidente della FIFA Gianni Infantino va verso il terzo mandato da numero uno della federcalcio mondiale, con uno stipendio al rialzo nel corso del 2022.

Stipendio Infantino
Fifa
Il presidente della FIFA Gianni Infantino (Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Stipendio Infantino – Il presidente della FIFA Gianni Infantino va verso il terzo mandato da numero uno della federcalcio mondiale, con uno stipendio tra l’altro al rialzo nel corso del 2022, l’anno dei Mondiali in Qatar.

Presidente dal 2016 della federcalcio internazionale, Infantino corre da solo nella rielezione a numero uno: un ruolo che ha portato all’ex segretario generale della UEFA anche uno stipendio rilevante. Nel 2022 il presidente FIFA ha visto crescere lo stipendio rispetto al 2021, che si divide tra una quota fissa e una parte di bonus. La Federcalcio internazionale ha infatti oggi reso noti i compensi versati ai massimi dirigenti, nel documento relativo ai conti dell’anno 2022.

Nel dettaglio, Infantino ha incassato complessivamente 3,6 milioni di franchi svizzeri (pari a circa 3,64 milioni di euro), comprensivi di un bonus di poco più di un milione di franchi svizzeri. Si tratta di una crescita di circa 400mila euro rispetto

Stipendio Infantino – L’elenco dei compensi

Da quando è presidente della FIFA, Infantino ha ricevuto come compensi quasi pari a 20 milioni di euro complessivi:

  • 3,64 milioni di euro nel 2022;
  • 2,98 milioni di euro nel 2021;
  • 2,8 milioni di euro nel 2020;
  • 3,0 milioni di euro nel 2019;
  • 3,1 milioni di euro nel 2018;
  • 1,45 milioni di euro nel 2017;
  • 1,41 milioni di euro nel 2016;

TOTALE: 18,4 milioni di dollari.

Infantino stipendio FIFA – I salari dei dirigenti

Nel report relativo al 2022, la FIFA ha riportato il valore degli stipendi di tutti i dirigenti dei piani alti:

  • 1,95 milioni di franchi svizzeri per Gianni Infantino (1,97 milioni di euro), a cui si aggiungono il sopra-citato bonus da 1,65 di franchi (1,67 milioni di euro), per un totale di 3,6 milioni di franchi (3,64 milioni di euro);
  • 1,3 milioni di franchi svizzeri (1,32 milioni di euro) per la segretaria generale Fatma Samoura, che ha ricevuto anche un bonus di 600mila franchi svizzeri (circa 600mila euro), per un totale di 1,9 milioni di franchi (1,92 milioni di dollari).