Malagò intercettazioni
(Foto: Marco Rosi/Getty Images)

«A parte che certe affermazioni non sono mie ma dell’interlocutore, e io mi limito ad annuire, invito chiunque ad andare a risentirsi le telefonate che fa con qualunque altra persona per tirare le conclusioni». Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commenta così con l’ANSA le intercettazioni di un suo dialogo telefonico con l’ex amministratore delegato di Sky, Andrea Zappia, negli atti di un’inchiesta (archiviata) della Procura di Milano sui diritti tv e pubblicate mercoledì da Repubblica.

«E’ un episodio che mi ha molto amareggiato, triste: mi ha fatto molto riflettere su alcune cose, direi uno spaccato di vita del nostro Paese. Non voglio far polemica, dico solo: magari se il presidente Preziosi risente forse tutte le sue telefonate che ha fatto negli ultimi due anni, forse è giusto che magari faccia anche lui delle considerazioni», ha voluto aggiungere ancora il numero uno del Coni.

«Ma va bene così. Quello che mi ha fatto dispiacere, è che dopo un momento così importante come la cerimonia dei Collari d’oro, l’interesse si è spostato, almeno da parte di qualcuno, su quest’argomento. Comunque guardiamo avanti le cose con buonsenso. Viva lo sport e viva l’Italia», ha sottolineato ancora Malagò.

Quanto all’amarezza per la diffusione delle intercettazioni, «quel che voglio dire è che sono rimasto particolarmente amareggiato, direi proprio dispiaciuto, nel leggere su un giornale con una storia così importante delle frasi, delle considerazioni, delle battute fatte oltre due anni fa ed intercettate solo perché all’epoca dietro a una denuncia si era aperta un’indagine» per capire se «c’era qualcosa che non andava. Tutto è stato archiviato, da maggio. E onestamente penso che chiunque ascolti le mie parole può rendersi conto se tutto questo è giusto».

SCOPRI IL BLACK FRIDAY DI SKY: SKY TV + SKY SPORT A SOLI 30,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. IN OMAGGIO UNA XBOX SERIE S DEL VALORE DI 299 EURO CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA.

PrecedenteQuanto incassano i club per gli infortuni ai Mondiali
SuccessivoL’Atletico chiude il bilancio 2022 in rosso per 22 milioni