Dal Crotone al Vicenza: gli stipendi in Serie C 2022/23

Quasi 130 milioni di euro. E’ questo l’ammontare complessivo degli stipendi per i club di Serie C, per la precisione 128.295.139 euro (tasse comprese).

Stipendi Serie C 2022 2023

Stipendi Serie C 2022 2023 – Quasi 130 milioni di euro. E’ questo l’ammontare complessivo degli stipendi per i club di Serie C, per la precisione 128.295.139 euro (tasse comprese). Lo scrive La Gazzetta dello Sport, spiegando che la cifra non tiene conto della Juventus Next Gen, i cui dati sono a bilancio del club bianconero: con quella somma si andrebbe oltre i 130 milioni.

Inoltre, mancano i contratti di addestramento tecnico per i più giovani e gli incentivi all’esodo, oltre ai giocatori tesserati di recente (vedi Mirko Valdifiori alla Vis Pesaro). La media comunque è di quasi 2,2 milioni di euro a società, per una forbice che va dai 7,5 milioni del Crotone, che due anni fa era in Serie A, ai 545mila euro della matricola Gelbison.

Il Crotone batte tutti con 7.490.507 euro, mentre i cugini del Catanzaro – al momento primi nel girone C – hanno il settimo monte ingaggi della categoria: 5.519.533 euro, con Pietro Iemmello come calciatore più pagato (sarebbe l’unico a superare quota 300 mila euro). Il secondo posto in classifica spetta all’Entella con 6.646.205 euro, mentre chiude il podio il Vicenza di Renzo Rosso: il totale è di 6.157.620 euro.

C’è una sola altra società sopra quota 6 milioni: la nuova proprietà della Triestina ha investito ben 6.015.894 euro per una squadra che però sta andando decisamente male. Passando invece ai club più virtuosi, sono 19 quelli sotto al milione di euro per gli stipendi, quindi esentati dall’emettere una fideiussione integrativa che copra il 40% dello sforamento. La Gelbison, al primo anno in Serie C, se la cava con 545.299 euro, compresi 500 di bonus.

Sotto quota 600 mila c’è anche il Montevarchi, al secondo anno in C ma sempre attentissimo alle uscite: siamo a 593.636 euro, senza bonus. Terzo posto per la veterana Fermana con 630.763 euro, quarto per l’altra matricola Recanatese con 637.504 euro (no bonus) e quinto per il Fiorenzuola (703.197 euro), al momento terzo in classifica a un punto dalla coppia Cesena-Entella.

La Serie C è una divisione in cui le considerazioni finanziarie svolgono un ruolo significativo nelle operazioni del club. Gli stipendi dei giocatori sono generalmente più modesti rispetto alle divisioni superiori, ma l’attenzione della divisione allo sviluppo dei giovani e ai legami con la comunità ha creato un ambiente unico e dinamico nel calcio italiano. Come segnalato dai principali operatori sportivi che sempre più spesso includono pronostici ed analisi ad hoc, la popolarità di questa categoria è sempre più in ascesa anche grazie ai suddetti investimenti che puntano a valorizzare i professionisti e il loro lavoro.

Stipendi Serie C 2022 2023 – Le cifre per ogni club

Di seguito, la graduatoria completa dal monte ingaggi maggiore a quello più basso:

  • Crotone – 7.490.507 euro
  • Entella – 6.646.205 euro
  • Vicenza – 6.157.620 euro
  • Triestina – 6.015.894 euro
  • Padova – 5.666.203 euro
  • Cesena – 5.655.306 euro
  • Catanzaro – 5.519.533 euro
  • Pordenone – 5.204.045 euro
  • Reggiana – 4.904.537 euro
  • Avellino, Novara, Pescara, Siena – oltre 3,4 milioni di euro (ogni club)
  • Alessandria, Ancona, Feralpisalò, Foggia, Potenza, Pro Vercelli, Trento – oltre 2 milioni di euro (ogni club)
  • Albinoleffe, Carrarese, Cerignola, Gubbio, Juve Stabia, Mantova, Monterosi, Viterbese – da 1,5 a 2 milioni di euro (ogni club)
  • Fidelis Andria, Francavilla, Imolese, Latina, Lecco, Messina, Monopoli, Piacenza, Renate, Rimini, Turris, Vis Pesaro – da 1 a 1,5 milioni di euro (ogni club)
  • Arzignano, Fermana, Fiorenzuola, Gelbison, Giugliano, Lucchese, Montevarchi, Olbia, Pergolettese, Picerno, Pontedera, Pro Patria, Pro Sesto, Recanatese, San Donato Tavarnelle, Sangiuliano City, Taranto, Torres, Virtus Verona – sotto 1 milione di euro.