Piquè espulsione Osasuna
(Foto: JOSEP LAGO/AFP via Getty Images)

La carriera di Gerard Piqué nel Barcellona si è conclusa all’intervallo della partita contro l’Osasuna, ​​andata in scena nella serata di ieri, con i blaugrana che sono riusciti a trionfare con un sofferto 2-1. Il difensore centrale – che la scorsa settimana ha annunciato il suo addio ai catalani – è stato espulso dall’arbitro Gil Manzano nel tunnel degli spogliatoi.

Alla fine del primo tempo, il calciatore classe 1987 ha aspettato l’arbitro per rimproverargli alcune controverse decisioni del primo tempo e soprattutto l’azione che ha portato al gol dell’Osasuna. Una rete convalidata nonostante un fallo precedente ai danni di Marcos Alonso e dopo un corner che i giocatori del Barcellona sostenevano non ci fosse.

Piqué non si è tirato indietro quando ha protestato e ha accompagnato Gil Manzano nel tunnel degli spogliatoi, ribadendo le sue proteste. E l’arbitro ha deciso di espellerlo, chiudendo così la carriera del difensore centrale del Barça, che nel secondo tempo non ha avuto la possibilità di scendere in campo.

Non solo, Gil Manzano ha registrato nel verbale che quando ha informato il delegato del Barça dell’espulsione di Piqué, il difensore lo ha insultato pesantemente. Piqué ha concluso in questo modo anzitempo la sua carriera. Sabato scorso aveva già detto addio al Camp Nou e a Pamplona ha vissuto quella che è stata la sua ultima partita.

SKY TV E NETFLIX + SKY CINEMA CON PARAMOUNT SENZA COSTI AGGIUNTIVI A SOLI 19,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA SPECIAL WEEK.

PrecedenteGravina: «Cori antisemiti nel derby una ferita lancinante»
SuccessivoDAZN, da oggi disponibile il docu-film “Stavamo bene insieme” sul Milan