inter quanto vale vincere supercoppa
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

L’ottimo percorso registrato finora nella Champions League 2022/23 vale molto di più del semplice risultato sportivo per l’Inter. I nerazzurri hanno già incassato oltre 57 milioni di euro finora nel torneo – cifra che sarà probabilmente rivista verso l’alto con la seconda parte del market pool – e stanno scalando il ranking UEFA per club.

La graduatoria, a livello di singola società, è fondamentale per assicurarsi almeno la seconda fascia (la prima non viene definita sulla base del ranking) in vista dei sorteggi che si tengono ogni anno per formare la fase a gironi della UEFA Champions League. L’Inter, fatta eccezione per l’anno successivo alla conquista dello Scudetto (in questo caso la prima fascia è matematica), si è sempre divisa tra quarta e terza fascia negli ultimi anni.

Solo ora i nerazzurri possono guardare con ottimismo a una seconda fascia stabile, dato che attualmente si trovano al 14° posto in classifica, con 83 punti. L’Inter è alla pari del Lipsia, un punto dietro a Borussia Dortmund e Roma e a due punti di distanza dall’Atletico Madrid, che occupa attualmente l’undicesima posizione, ma che questa stagione non metterà più punti in cascina essendo stato eliminato dalle coppe europee.

(Il ranking UEFA attuale)

Guardando solamente al punteggio, si nota che 83 punti – quelli di cui l’Inter dispone attualmente – sono stati sufficienti a Tottenham e Lipsia per entrare in seconda fascia in questa stagione. Conquistando una vittoria o un pareggio negli ottavi di finale di Champions, l’Inter potrebbe così consolidare e migliorare la propria posizione, anche se molto dipenderà pure dalle avversarie. Il passaggio ai quarti di finale garantirebbe invece la seconda fascia.

Non solo, in prospettiva l’Inter può addirittura sognare di fare uno sgambetto a una storica rivale: la Juventus. I bianconeri hanno 90 punti e possono ancora migliorare il loro score quest’anno con il percorso in Europa League. Tuttavia, proiettandoci già sulla prossima stagione, dal conteggio del ranking uscirà l’annata 2018/19 (in cui la formazione piemontese aveva ottenuto sei punti in più dei nerazzurri).

(Il ranking UEFA in prospettiva, per il 2023/24)

Questo significa che il divario tra i due club si assottiglierà, tanto che se la stagione 2022/23 dovesse per ipotesi chiudersi oggi, a partire dal 2023/24 Juventus e Inter si troverebbero rispettivamente nona e decima nel ranking, separate da un solo punto. In una situazione del genere, l’Inter avrebbe la chance di mettere la freccia e operare uno storico sorpasso, riportandosi davanti alla Juventus (non accade dal 2013/14) e tornando a essere la prima italiana in classifica: l’ultima volta fu nel 2012/13.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA

PrecedenteSala: «Il Consiglio Comunale deciderà su San Siro tra un anno»
SuccessivoSgarbi valuta lo stop alla demolizione di San Siro