Zalaegerszegi Milan in streaming gratis
Stefano Pioli (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

È stata presentata oggi a Milano, nella sede di Assolombarda, l’edizione 2022 del “Gran Galà del Calcio AIC presented by Hublot e Bancomat”.

L’esclusivo appuntamento organizzato dall’Associazione Italiana Calciatori presieduta da Umberto Calcagno in collaborazione con la DA – agenzia di sport marketing ed eventi di Demetrio Albertini – giunge quest’anno alla decima edizione dopo due anni di assenza forzata in presenza causa pandemia.

La cerimonia di consegna dei premi si terrà nella nuova location di Rho Fiera Milano lunedì 17 ottobre 2022per una grande serata di sport, spettacolo e cucina stellata grazie al menù ideato dallo chef Davide Oldani. A condurre sarà la giornalista di Sky Sport Federica Masolin, accompagnata sul palco dal co-conduttore Raul Cremona.

Sky e Rivista Undici sono i media partner dell’evento; Hublot e Bancomat Spa i title sponsor di questa edizione 2022 mentre, in qualità di main sponsor, fanno il loro ingresso al fianco del Galà Dell’Orto, MeglioQuesto e ALL4U.

Svelate in conferenza le shortlist dei premiati: tra questi nomi uscirà l’undici ideale della Serie A maschilee femminile; ruolo per ruolo, i più forti calciatori e calciatrici di un’ipotetica super squadra dell’anno, oltre al Calciatore e alla Calciatrice dell’Anno.

A completare il quadro, come da tradizione e sempre con riferimento alla scorsa stagione 2021-2022, verrà assegnato il riconoscimento per l’Allenatore dell’Anno, l’Arbitro dell’Anno, la Società dell’Anno e il Miglior Giovane di Serie B.

Queste le shortlist di questa edizione:

TOP 11 MASCHILE

  • PORTIERI: Handanovič, Maignan, Vicario
  • DIFENSORI: Bremer, Cuadrado, Di Lorenzo, Dumfries, Koulibaly, Skriniar, Theo Hernández e Tomori
  • CENTROCAMPISTI: Barella, Brozović, Çalhanoğlu, Kessie, Milinković-Savić, Pellegrini, Perišić e Tonali
  • ATTACCANTI: Dybala, Immobile, Lautaro Martínez, Leao, Osihmen e Vlahovic


TOP 11 FEMMINILE

  • PORTIERI: Ceasar, Durante e Peyraud-Magnin
  • DIFENSORI: Bartoli, Boattin, Di Guglielmo, Filangeri, Lenzini, Linari, Sousa e Stonsevold
  • CENTROCAMPISTI: Alves Da Silva, Caruso, Cernoia, Giugliano, Greggi e Simonetti
  • ATTACCANTI: Bergamaschi, Bonfantini, Cantore, Clelland, Girelli e Havii

ALLENATORE: Inzaghi, Mourinho e Pioli

ARBITRO: Doveri, Mariani e Orsato

SOCIETÀ: AC Milan, AS Roma e FC Internazionale

GIOVANE DI SERIE B: Gatti, Carnesecchi e Zerbin

Ancora aperte le votazioni di “Vota il Gol”, il sondaggio che decreterà il gol più bello della stagione 2021-22, sia al maschile che al femminile. Il riconoscimento sarà determinato dalle preferenze dei tifosi, chiamati a scegliere sul sito del Gran Galà del Calcio AIC tra una rosa di 10 gol del campionato maschile e 9 del campionato femminile, tutti selezionati dall’autorevole redazione sportiva della Rivista Undici.

Con oltre 45 mila voti complessivi sin qui raccolti, i gol più votati delle due categorie sono quelli di TheoHernández, Luis Alberto e Pellegrini al maschile; Rosucci, Bonetti e Tucceri Cimini al femminile.

Le votazioni chiuderanno alle ore 23.59 di mercoledì 12 ottobre 2022.

Possibile votare i gol maschili al link:
https://grangala.assocalciatori.it/vota-il-goal-dellanno-maschile/

Possibile votare i gol femminili al link:
https://grangala.assocalciatori.it/vota-il-goal-dellanno-femminile/

L’hashtag di riferimento di questa edizione sarà #GGDC2022

UMBERTO CALCAGNO, Presidente AIC: “Questa serata esalta soprattutto gli aspetti tecnici e sportivi: premieremo due formazioni spettacolari votate in maggior parte da colleghi e questo meccanismo di voto è un valore aggiunto perché ti premia chi ti sta accanto nello spogliatoio o i tuoi diretti avversari. È la festa del talento e di tutto ciò che di più bello può esprimere il calcio”.

GIANNI GRAZIOLI, Direttore Generale AIC: “Il Gran Galà del Calcio è un’esperienza sempre emozionante. Essere a contatto con i giocatori quando esprimono i propri voti ti permette di capire sfumature che esternamente non si percepiscono. Quando vado nei ritiri e li incontro, capisco davvero cosa c’è dietro una scelta piuttosto che un’altra. Le loro spiegazioni dimostrano quanto colleghi e compagni di squadra tengano a questo voto con scelte sempre intelligenti e ben giustificate”.

DEMETRIO ALBERTINI, CEO e founder DA Srl: “Per me lo sport resta ed è creazione di emozioni e questo galà è emozionante per tutti: dai giocatori agli allenatori, dalle istituzioni agli addetti ai lavori. Credo che questo evento sia a tutti gli effetti la festa del calcio italiano, che va ben oltre ai premi: tutti vogliono esserci, poter ritornare in presenza dopo due anni è una grande gioia, anche per la presenza di tutte le famiglie dei presenti al galà. Solo la forza dei protagonisti che sono in campo riesce a generare certe emozioni”.

FEDERICA MASOLIN, giornalista Sky e conduttrice GGDC 22: “Nella vostra presentazione c’erano sorrisi e sguardi fantastici e ammetto di essermi emozionata. Abbiamo il piacere e l’onore di raccontare lo sport di altissimo livello, quando poi possiamo vederli fuori dal loro ruolo e con quei sorrisi, è difficile non farsi sovrastare dall’emozione. Si riempiono il cuore quando scoprono che i propri colleghi li hanno voluti premiare. Onorata, emozionata e mi rende d’orgoglio essere parte di questa festa! C’è Raul, quindi ci divertiremo sicuramente!”.

RAUL CREMONA, co-conduttore GGDC 22: “Io sono qui e sarà presente il 17 per delle incursioni con gli ospiti e con Federica. Il mio rapporto con il calcio? Sono interista, ma nessuno è perfetto. Non solo sono interista, ma sono soprattutto morattista: il presidente fu tra i primi a venire a teatro ai miei spettacoli, quindi mi lega a lui un qualcosa di profondo che parte dal calcio e arriva ovunque”.

ALESSANDRO ZOLLO, AD Bancomat Spa: “Essere al fianco dell’AIC come title sponsor in questa manifestazione è per BANCOMAT motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Una partnership che nasce dalla condivisione di valori e visione per il futuro e che entra a far parte del nostro piano di attivazioni in un anno speciale come il prossimo in cui celebreremo il nostro 40esimo anno di vita. Da sempre siamo vicini al mondo dello sport che consideriamo un vettore virtuoso di valori e conoscenza per la realizzazione di una società sempre più inclusiva”.

AUGUSTO CAPITANUCCI, Regional Director Hublot: “Hublot è legata a doppio giro al mondo dello sport e in particolar modo a quello del calcio sin dal 2008, anno in cui è diventata Official Timekeeper dell’Euro. Da quel momento sono state sviluppate numerose partnership di successo, prima fra tutte quella con la FIFA e quindi con i mondiali di calcio (compresi i prossimi in Qatar), poi la Premier League e le squadre di Club: Juventus, Chelsea, Ajax, Boca Jr e Benfica. È strettissima anche la collaborazione con la UEFA per la UEFA Champions League, maschile e femminile, Europa League e Conference League. Senza dimenticare gli ambasciatori della marca del calibro di Maradona, Pelè, Mbappè, Mourinho, Deschamps e molti altri ancora. Nasce quindi naturale la partecipazione di Hublot ad un evento di così grande rilevanza come il Gran Galà del Calcio AIC che racchiude l’essenza dello sport più amato al mondo con protagonisti di caratura internazionale”.

ALESSANDRO SPADA, Presidente Assolombarda: “Lo sport rappresenta per il nostro Paese un asset importante come rete sociale e come business, muovendo importanti risorse e creando posti di lavoro. Basti pensare che, secondo la FIGC, il calcio professionistico ha contribuito per quasi 1,5 miliardi di euro alla contribuzione fiscale e previdenziale dell’Italia nel 2019. Qui in Lombardia, in particolare, l’industria calcistica può contare su due tra le squadre più forti e conosciute nel mondo: è fondamentale metterle nelle condizioni di crescere, con stadi di proprietà, superando i limiti che storicamente impediscono loro di poter competere ad armi pari sulla scena internazionale”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteNuova classifica dei Master in Sport Business: masterSport tra i migliori al mondo
SuccessivoCeferin replica a Perez: «La Superlega non esiste»