juventus bilancio 2022
Il logo della Juventus all'Allianz Stadium (Photo MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Juventus bilancio 2022 – Come nasce il maxi-rosso della Juventus nel bilancio al 30 giugno 2022? Venerdì il Consiglio di Amministrazione del club bianconero ha approvato il progetto di bilancio per l’esercizio 2021/22, chiuso con un rosso record per la Serie A pari a 254,3 milioni di euro.

Una cifra che evidenzia un netto divario presente tra i ricavi e i costi per il club bianconero: basti pensare che i soli costi legati a personale e ammortamenti dei calciatori (compresi anche i calciatori della under 23 ecc) siano quasi 100 milioni superiori al fatturato del club. Non a caso, la strategia della Juventus anche la scorsa estate sul mercato è stata improntata ad un risparmio sui costi, con l’obiettivo di ridurre la perdita nei prossimi eseercizi.

Juventus bilancio 2022, i ricavi

Nel dettaglio, la Juventus ha chiuso l’esercizio al 30 giugno 2022 con ricavi per 443,3 milioni di euro, in calo di circa il 7% rispetto al bilancio al 30 giugno 2021 (su cui influiva tuttavia la conclusione della stagione 2019/20 nei primi mesi della stagione 2020/21). La voce maggiore è legata ai ricavi da diritti tv, pari a 170,5 milioni di euro, seguiti dai ricavi commerciali e da vendite pari a 166,9 milioni di euro. La riapertura degli stadi, seppur parziale durante la stagione 2021/22, ha portato ricavi per 32,2 milioni di euro dopo i soli 7,7 milioni del 2020/21.

I ricavi voce per voce:

  • Ricavi da gara: 32,2 milioni di euro (7,7 milioni di euro nel 2020/21);
  • Ricavi commerciali e da vendite: 166,9 milioni (171,2 milioni nel 2020/21);
  • Ricavi da diritti tv: 170,5 milioni (235,3 milioni nel 2020/21);
  • Ricavi da gestione calciatori: 40,7 milioni (43,1 milioni nel 2020/21);
  • Altri ricavi: 32,8 milioni (23,2 milioni nel 2020/21)
  • TOTALE: 443,3 milioni (480,7 milioni nel 2020/21).

Juventus bilancio 2021, i costi

I costi a bilancio per la Juventus sono rimasti sostanzialmente stabili a 680 milioni di euro, rispetto ai 678 milioni del bilancio 2020. Nel dettaglio, la maggior parte dei costi è legata ai costi per il personale legato alla squadra: nel 2020/21 il club bianconero ha registrato costi per il personale tesserato pari a 325,8 milioni di euro contro i 298,1 milioni del 2020, nonostante l’addio di Cristiano Ronaldo. Gli ammortamenti e le svalutazioni legate ai calciatori (compresi anche quelli della under 23, femminile e calciatori in prestito), invece, sono stati pari a 173, milioni, rispetto ai 197,4 milioni del 2020.

I costi voce per voce:

  • Costi per servizi: 74 milioni (63,5 milioni nel 2020/21);
  • Costi per il personale: 352,0 milioni di cui 325,8 milioni per il personale tesserato (322 milioni di cui 298 milioni per il personale tesserato nel 2020/21);
  • Ammortamenti e svalutazioni: 196 milioni di cui 173,3 milioni per i calciatori (228,5 milioni di cui 197,4 milioni per i calciatori nel 2020/21);
  • Oneri da gestione diritti calciatori: 31,8 milioni (37,2 milioni nel 2020/21);
  • Altri costi: 25,3 milioni (25,4 milioni nel 2020/21);
  • TOTALE: 680 milioni (678 milioni nel 2020/21).

Juventus bilancio 2021, risultato, debiti e patrimonio netto

Il risultato operativo è stato così pari a -236,7 milioni, rispetto al -197,1 milioni del 2020/21. Il risultato ante imposte è stato negativo per 252,5 milioni, rispetto al -207,8 milioni del 2020/21, mentre il risultato netto è stato negativo per 254,3 milioni contro il rosso di 209,8 milioni del 2020/21.

Il patrimonio netto al 30 giugno 2022 è positivo per 169,4 milioni di euro, in forte aumento dai 28,4 milioni del 30 giugno 2021 dopo l’aumento di capitale da 400 milioni concluso lo scorso gennaio.

L’indebitamento finanziario netta è negativa per 153 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto al -389,2 milioni al 30 giugno 2021 dopo l’aumento di capitale, che ha portato ad una crescita rilevante della liquidità in cassa (al 30 giugno 2022 pari a 70,3 milioni rispetto ai 10,5 milioni al 30 giugno 2021).

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteDuilio (Sky): «Pirateria un problema anche per i club»
SuccessivoInter, ecco come sarà la terza maglia: domina il giallo