Fiorentina Riga in streaming gratis
(Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images)

Fiorentina ricavi Conference League – La Fiorentina si prepara a scendere in campo per il primo appuntamento europeo della stagione. La formazione guidata da Vincenzo Italiano affronterà il Twente nel playoff valido per l’accesso alla fase a gironi della seconda edizione della UEFA Europa Conference League.

Quest’anno tocca ai toscani rappresentare l’Italia nella manifestazione, dopo la Roma, che lo scorso anno è arrivata in fondo trionfando nella finale con il Feyenoord. Oltre all’aspetto sportivo, nella partecipazione a una competizione europea non va sottovalutato l’aspetto economico, seppur non paragonabile alla UEFA Champions League.

In ogni caso, la conquista del titolo è valsa alla Roma un premio complessivo di oltre 20 milioni di euro, cifra alla quale si sommano i ricavi da stadio per le sfide disputate all’Olimpico. Quanto vale dunque per la Fiorentina l’eventuale passaggio alla fase a gironi?

Fiorentina ricavi Conference League – Le cifre

La certezza saranno i 2,94 milioni di euro garantiti a chi prende parte alla competizione. In aggiunta a questa cifra ci saranno i ricavi sulla base del ranking storico/decennale – stimabili una volta che saranno definite le formazioni partecipanti – e i ricavi del market pool.

Per quanto riguarda quest’ultima voce, metà della quota complessiva (11,75 milioni di euro su 23,5 milioni in totale) sarà distribuita in base al numero di Federazioni rappresentate. Se fossero 26 come nella scorsa stagione, per fare un esempio, la Fiorentina incasserebbe 452mila euro circa. La seconda metà verrà invece distribuita in base ai risultati nel torneo.

Infine, non vanno dimenticati gli importi legati alle performance. Per ogni eventuale vittoria nella fase a gironi la Fiorentina incasserà 500mila euro, mentre per ogni pareggio saranno 166mila euro. In più andranno considerate anche le quote da redistribuire per ogni pareggio.

GUARDA FIORENTINA-TWENTE IN DIRETTA SU DAZN. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteSimeone-Napoli, l’impatto dell’affare a bilancio
SuccessivoSan Daniele sponsor di manica dell’Udinese nel 2022/23