DAZN rimborsi disservizi

Si avvicina l’inizio del campionato e non sono solo le squadre a volersi far trovare pronte, ma anche i media, in particolare DAZN. Stefano Azzi, il CEO che dal primo marzo guida in Italia il gruppo che detiene i diritti della Serie A fino al 2024, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

Il CEO dell’OTT ha parlato in primis del nuovo accordo con TIM e Sky: «La diversificazione delle partnership è un asset strategico per Dazn, la chiave per crescere – spiega Azzi -. Tim è sempre stato e continuerà a essere un partner, e per questo è stato naturale accogliere le loro richieste. Obiettivo: rendere il campionato più accessibile».

Maggior accessibilità che prevede però un aumento delle tariffe: «La nostra offerta base non ha cambiato prezzo – sottolinea il CEO di Dazn -. Si tratta della scadenza di una promozione già da tempo comunicata al cliente».

Per accedere al canale satellitare bisognerà avere invece il doppio abbonamento e aggiungere 5 euro: «Una cosa è l’utilizzo di Sky Q, un’altra la fruizione di un canale satellitare, con l’uso del solo telecomando. Che per noi e per Sky è comunque un investimento. Inoltre il canale offrirà contenuti aggiuntivi. Non a caso lo chiamiamo “Zona Dazn”, un’offerta più ricca delle semplici partite».

Un’inversione di marcai rispetto agli inizi quando Dazn era soprattutto la partita con quasi niente intorno: «La logica è di andare oltre. La partita si espande, ha un prima e dopo. Un cambiamento di contenuti e modalità. Che ha una base del racconto: la passione. Un esempio? L’amichevole della Roma con lo Shaktar. Che è stata trasmessa per la prima volta sul nostro profilo TikTok con un picco di oltre 23mila persone collegate».

E ancora: «Ci saranno due nuovi show, si comincerà il venerdì come assaggio del weekend della Serie A, poi il sabato con il racconto degli ex giocatori: le due trasmissioni si aggiungeranno al “Sunday Night Square” e “Super Tele – Leggero come un pallone” con Cattaneo e Pardo».

Sui problemi tecnici che hanno caratterizzato gli inizi della scorsa stagione, di cui ha parlato anche Bernabè, Azzi sottolinea: «Abbiamo rafforzato l’investimento, non solo diretto. Grazie alla collaborazione con le Telco, si arriverà a un potenziamento delle reti e a un aumento della capacità a livello complessivo. Siamo pronti. In più c’è un doppio annuncio che stiamo per dare. Nuove partnership con due big del “tech”, Google e Samsung. Tutto per rendere l’esperienza di visione dello sport in live streaming ancora più accessibile. Le offerte permetteranno a tutti i nuovi clienti Dazn che acquisteranno selezionati prodotti Google e Samsung di ricevere un voucher Dazn».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteLa Procura FIGC apre un’indagine su Berardi
SuccessivoInter, DigitalBits tolto dalle maglie della Primavera