Lia Capizzi Domenica Sportiva
Il logo della Rai (Image credit: Depositphotos)

“Nemmeno un’offerta. La Rai non partecipa all’aggiudicazione dei diritti triennali della Serie A di basket e perde così l’ennesimo pezzetto della propria proposta sportiva”. Inizia così il duro comunicato rilasciato da Esecutivo Usigrai, Cdr Rai Sport e Fiduciario Rai Sport Milano, in seguito alla decisione della Rai di non partecipare alla gara per i diritti di trasmissione della Serie A di basket.

“Si toglie un mattone dietro l’altro e questa volta è toccato al basket, una disciplina che da sempre ha caratterizzato le trasmissioni di “genere” del servizio pubblico. Ci chiediamo quale sia l’obiettivo – prosegue il comunicato -. Un film già visto quello della pallacanestro in Rai: diritti sportivi poco valorizzati, basti pensare che la finale scudetto (a detta di tutti spettacolare e dal livello tecnico e agonistico altissimo) non è mai stata trasmessa su un canale generalista. Lo sport sta per entrare a far parte della Costituzione italiana e la Rai lo dismette, raccontando ormai solo una manciata di discipline”.


Ieri la Lega basket ha fatto sapere che le uniche offerte per i diritti TV della massima serie nel triennio 2022-2025 sono state di Eleven Sports, Discovery e MediaPro. L’assegnazione non avverrà potrebbe arrivare nell’assemblea di oggi e le scelte verranno comunicate ai diretti interessati entro lunedì 11 luglio.

PROVA L’ESPERIENZA SKY Q PER 30 GIORNI: GUARDA SUBITO SKY TV, SKY SPORT, SKY CINEMA E NETFLIX

Precedente[FOOTBALL AFFAIRS] Le forze emergenti: Palermo, Monza e il calcio femminile
SuccessivoLa FIFA pensa a un nuovo format per i Mondiali 2026